menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontinia, dal tentato furto all’incendio: fiamme in un'azienda agricola

Ignoti s'introducono in una cooperativa di via Cotarda e fanno scattare l'allarme. Poi, tornata la calma, appiccano il fuoco in alcune serre usate come deposito. Indagano i carabinieri

Un tentativo di furto tramutatosi in un dispetto firmato col fuoco: questa potrebbe essere la spiegazione del vasto incendio che la scorsa notte ha distrutto quattro serre all’interno di un’azienda agricola di Pontinia. A finire in cenere è stata una buona parte delle tecnologiche strutture e dei materiali della PontiNatura, una cooperativa specializzata nella produzione di insalate da taglio. Il bilancio dei danni è stato quantificato in circa 150mila euro.

La nottata turbolenta dei custodi e dei responsabili dell’azienda agricola di via del Procoio, nella frazione de La Cotarda, ha avuto inizio verso le 22 di ieri, quando si è attivato il sistema d’allarme della struttura. Allertati dai proprietari, i carabinieri di Pontinia si sono recati sul posto per un’ispezione e con loro hanno potuto constatare che ignoti avevano tranciato i cavi all’interno di tutte le serre dell’azienda. I militari hanno allora iniziato un pattugliamento della zona, che è durato un paio d’ore e che non ha fruttato risultati.

I malintenzionati intrusi, però, non si erano evidentemente allontanati più di troppo. Attorno alle 2.30 di notte, infatti, un vasto rogo è divampato all’interno di quattro serre, utilizzate in parte come deposito di materiale e concimi. Le fiamme hanno in breve tempo distrutto le coperture e i prodotti stoccati. L’intervento dei vigili del fuoco di Latina è servito solo a limitare i danni e a domare l’incendio.

Sull’origine del rogo gli uomini del 115 hanno eseguito i rilievi del caso. È comunque praticamente certa l’origine dolosa dell’episodio. Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Pontinia, coordinati dal maresciallo Duilio De Pascalis, gli autori del rogo si sarebbero inizialmente introdotti nell’azienda per compiere un furto di mezzi. I responsabili della cooperativa, dal canto loro, hanno escluso di aver mai subito minacce o precedenti tentativi di furto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento