Bancomat smurato a Borgo Montello, ma il colpo fallisce per l’arrivo dei carabinieri

E’ accaduto nella notte; banditi in azione presso la Banca Popolare di Aprilia a Montello; l’arrivo dei militari fa saltare i piani della banda in fuga a mani vuote. La stessa banda che potrebbe essere responsabile dei colpi simili degli ultimi mesi

Sono ancora una volta i carabinieri a far saltare il colpo organizzato da una banda di malviventi che questa notte ha preso d’assalto la Banca Popolare di Aprilia a Borgo Montello. I banditi, che servendosi di un furgone avevano smurato lo sportello bancomat sono stati costretti alla fuga a mani vuote.

Un furto simile è stato tentato nelle scorse settimane anche a Borgo Santa Maria, alla fine di settembre, senza dimenticare quelli andati a segno lo scorso 8 novembre a Borgo Grappa e a giugno al Monte dei Paschi di Siena di Borgo Piave.

La notte scorsa i banditi sono entrati in azione intorno alle 3; utilizzando un autocarro Iveco 75, sono riusciti a smurare e trascinare via l’intero sportello Bancomat.

Ma è stato il tempestivo intervento dei carabinieri a far saltare i loro piani costringendoli alla fuga; carabinieri che, proprio per contrastare il fenomeno dei furti notturni in danno di abitazioni, esercizi pubblici e banche, hanno messo in atto un costante dispositivo di prevenzione al fine di garantire una maggiore tranquillità ai cittadini pontini.

Dopo essersi allontanati per un breve tratto trascinando il bancomat per terra, permettendo ai militari di porsi al loro inseguimento partendo proprio dalle tracce lasciate sull’asfalto dal pesante macchinario, i malviventi sentitisi braccati sono stati costretti ad abbandonare il mezzo fuggendo per le buie campagne circostanti .

Poco dopo la scoperta più interessante con i carabinieri che, oltre a rinvenire l’autocarro con ancora legato il bancomat integro, hanno trovato anche una Ford Focus e un Fiat Ducato risultati rubati la sera prima in Borgo Montello e sottoposti a sequestro per i successivi accertamenti tecnici.

“Visto il modus operandi - si legge in una nota dei carabinieri -, è verosimile ritenere trattarsi della stessa banda che ha colpito nelle ultime settimane l’area compresa tra Latina e Cisterna di Latina”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento