Cronaca Latina Lido

Prepara il colpo all’ufficio postale, sorpreso scappa sul tetto: arrestato

I fatti a Latina Scalo; in manette un giovane di 27 anni che aveva creato un foro nel muro. Sorpreso dalla polizia è scappato sul tetto dello stabile da dove è caduto durante la fuga. Forse preparava una rapina

Le accuse nei suoi confronti, per ora, sono quelle di tentato furto aggravato, porto d’arma atta ad offendere, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Un giovane di 27 anni nella notte è stato arrestato in flagranza di reato dalla polizia intervenuta a Latina Scalo dopo la segnalazione giunta intorno alle 23.30 al 113 da parte di un cittadino che aveva udito dei forti rumori provenire dall’ufficio postale.

Dopo l’allarme sul posto sono giunti cinque equipaggi della polizia di Stato, di cui tre del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, che in quel momento si trovavano nei paraggi. Un massiccio dispiegamento di uomini che ha permesso di mettere alle strette il giovane.

Giunti sul posto, infatti, gli agenti si sono resi conto che nella parte posteriore dell’edificio era stato creato un buco nel muro da cui poco dopo ne è uscito il 27enne che sentito braccato è salito sul tetto tentando di sfuggire alla cattura e dove ha impugnato un coltello a serramanico brandendolo contro gli agenti che cercavano di fermarlo.

Secondo quanto spiegato dalla polizia, il ragazzo si è scagliato contro uno degli agenti - riuscito ad evitare il contatto - e, nella concitazione dei fatti, è caduto dal tetto; rialzatosi il giovani ha cercato poi di scavalacare il muro di cinta dello stabile ma è stato bloccato dai poliziotti dopo una violenta colluttazione.

Il foro nel muro dell’Ufficio Postale aveva permesso al malvivente di accedere ad un’area dello stabile priva di allarme e, da lì, operare con tranquillità all’interno. Forse all’esterno c’erano dei complici. “Invero – spiega la polizia -, prende sempre più piede l’ipotesi investigativa che lo stesso si fosse introdotto all’interno dell’Ufficio Postale, col volto travisato ed un coltello a serramanico, allo scopo di attendere, l’arrivo, l’indomani, del direttore e costringerlo, sotto la minaccia dell’arma, all’apertura della cassaforte. Tale tesi prende piede dalla valutazione che nessuno strumento d’effrazione veniva rinvenuto in capo all’arrestato. Sarà il lavoro degli investigatori a far luce sulle vere intenzioni del ragazzo. Al momento gli si contesta il reato di tentato furto aggravato, porto d’arma atta ad offendere, violenza e lesioni a pubblico ufficiale”.

Ristretto nelle celle di sicurezza, nella giornata di domani sarà giudicato per direttissima dal locale Tribunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prepara il colpo all’ufficio postale, sorpreso scappa sul tetto: arrestato

LatinaToday è in caricamento