Cronaca

Accusato di aver cercato di uccidere Carmine Ciarelli, assolto Gianfranco Fiori

L'appello ribalta la decisione del tribunale pontino. Il 27enne di Latina era stato condannato a 12 anni e sei mesi. Il ferimento di Ciarelli, sette colpi di pistola nel gennaio del 2010, aveva dato il via alla scia di sangue della cosiddetta guerra criminale

Dopo una condanna a dodici anni e sei mesi di reclusione per il tentato omicidio di Carmine Ciarelli, Gianfranco Fiori è stato assolto in appello. La sentenza nel pomeriggio di oggi dopo una lunga discussione ribalta quanto era stato stabilito nel 2012 dal giudice per l’udienza preliminare Costantino De Robbio. I giudici capitolini hanno concluso con l’assoluzione per non aver commesso il fatto e ora potrebbero procedere con il ricorso accusa e parte civile.

Gianfranco Fiori era stato arrestato ad ottobre di cinque anni fa, a otto mesi dal fatto che gli veniva contestato: secondo l’accusa, era stato lui, la mattina del 25 gennaio 2010, a bordo di una moto di grossa cilindrata, ad esplodere sette colpi di pistola contro Carmine Ciarelli, davanti al bar Sicuranza, nel quartiere Pantanaccio.

La vittima era riuscita per miracolo a restare in vita dopo un delicato intervento chirurgico e proprio le sue dichiarazioni avevano fatto scattare l’arresto. Una vicenda giudiziaria molto discontinua quella di Fiori che, dopo aver ottenuto i domiciliari, a novembre del 2011 era tornato in libertà dopo che la Cassazione aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare rinviando la decisione a una nuovo collegio del Riesame che ne aveva disposto la scarcerazione.

Poi la condanna a dodici anni con la pensante accusa di tentato omicidio nel processo che si era svolto con il rito abbreviato. La difesa di Fiori è rappresentata dagli avvocati Anna D’Alessandro e Riccardo Olivo, del foro di Roma.

L’accusa si basava su una serie di elementi: oltre alle dichiarazioni di Ciarelli, anche due presunte spedizioni fallite, organizzate per uccidere il giovane, i riscontri delle celle telefoniche, il presunto tentativo dell’imputato di fuggire a Londra e l’aggressione subita dal fratello di Carmine. Un quadro crollato oggi con la decisione della Corte d’Appello. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver cercato di uccidere Carmine Ciarelli, assolto Gianfranco Fiori

LatinaToday è in caricamento