rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Le indagini / Aprilia

Tentato omicidio del suocero, latitante rintracciato nelle campagne di Aprilia e arrestato

I carabinieri di Giugliano in Campania hanno trovato il giovane di 25 anni in un casolare isolato nel nord della provincia pontina

Latitante dal 2020 e accusato di tentato omicidio e porto illegale di arma comune da sparo, un giovane di 25 anni domiciliato nel campo rom di Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, è stato rintracciato nelle campagne di Aprilia e arrestato dai carabinieri.

Il giovane, destinatario di un provvedimento cautelare in carcere, era latitante dal luglio del 2020, ed è ritenuto responsabile del tentato omicidio del suocero: i fatti risalgono al 9 luglio di quell’anno quando, secondo quanto accertato, aveva esploso contro sei colpi di pistola all’indirizzo del suocero, ferendo anche un'altra persona alle gambe.

I carabinieri della Sezione Operativa di Giugliano in Campania hanno rintracciato il 25enne nascosto in compagnia di altri rom in un casolare isolato nella campagna di Aprilia; insieme a lui anche un altro connazionale di 49 anni domiciliato a Torino a sua volta destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Milano che, condannato a 9 mesi di reclusione per utilizzo indebito di carte di credito e pagamento, si era reso irreperibile dal 2013

I due, notata la presenza dei militari, hanno tentato nuovamente di sottrarsi all'arresto, ma sono stati immediatamente bloccati e messi in manette.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio del suocero, latitante rintracciato nelle campagne di Aprilia e arrestato

LatinaToday è in caricamento