Il datore di lavoro lo licenzia, 25enne di Cori salvato dai carabinieri mentre si butta nel Tevere

Tragedia sfiorata ieri a Ponte Milvio, Roma. Il giovane messo in salvo grazie all'intervento dei carabinieri

Si stava gettando nel Tevere quando è stato afferrato per le braccia e messo in salvo. Un 25enne di Cori è stato salvato dai carabinieri del Nulero Radiomobile di Roma intorno alle 19 di ieri, 28 agosto. L'intervento a Ponte Milvio. Il giovane era stato notato da alcuni passanti mentre era in preda alla disperazione, seduto sul parapetto e in procinto di togliersi la vita.

L'intervento tempestivo dei militari ha permesso di salvare il ragazzo proprio mentre si stava buttando in acqua. I carabinieri lo hanno afferrato per le braccia e per il bavero della camicia riuscendo a metterlo in salvo nonostante i suoi tentativi di divincolarsi. Secondo gli accertamenti lavorava in un panificio della zona ed era stato licenziato dal datore di lavoro poche ore prima. Ai militari ha raccontato che stava vivendo inoltre una situazione sentimentale difficile. Il 25enne pontino è stato affidato alle cure del 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

  • Coronavirus, 28 nuovi casi nel Lazio. Regione: “In provincia di Latina positiva una bambina”

Torna su
LatinaToday è in caricamento