Il datore di lavoro lo licenzia, 25enne di Cori salvato dai carabinieri mentre si butta nel Tevere

Tragedia sfiorata ieri a Ponte Milvio, Roma. Il giovane messo in salvo grazie all'intervento dei carabinieri

Si stava gettando nel Tevere quando è stato afferrato per le braccia e messo in salvo. Un 25enne di Cori è stato salvato dai carabinieri del Nulero Radiomobile di Roma intorno alle 19 di ieri, 28 agosto. L'intervento a Ponte Milvio. Il giovane era stato notato da alcuni passanti mentre era in preda alla disperazione, seduto sul parapetto e in procinto di togliersi la vita.

L'intervento tempestivo dei militari ha permesso di salvare il ragazzo proprio mentre si stava buttando in acqua. I carabinieri lo hanno afferrato per le braccia e per il bavero della camicia riuscendo a metterlo in salvo nonostante i suoi tentativi di divincolarsi. Secondo gli accertamenti lavorava in un panificio della zona ed era stato licenziato dal datore di lavoro poche ore prima. Ai militari ha raccontato che stava vivendo inoltre una situazione sentimentale difficile. Il 25enne pontino è stato affidato alle cure del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

Torna su
LatinaToday è in caricamento