menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terracina, candeggina al posto dell'acqua somministrata a due ragazzini in un camping

Dopo un'attività investigativa i carabinieri hanno denunciato a piede libero i due responsabili: la barista e il titolare della struttura ricettiva

Bicchieri di acqua contenevano candeggina somministrati a due ragazzini minorenni ospiti di un camping. L'episodio risale a giovedì 25 luglio a Terracina e ieri i carabinieri della compagnia locale, in collaborazione con i militari del Nucleo antisofisticazione di Latina, a conclusione di una specifica attività investigativa, hanno identificato e denunciato a piede libero i due responsabili.

Le denunce sono scattate a carico di una donna di 32 anni tunisina, barista del camping, e di un uomo di 56 anni di Roma, proprietario della struttura ricettiva. La prima è stata denunciata in stato di libertà per avvelenamento di acque o di sostanze alimentari, delitti colposi contro la salute e violazione della disciplina igienica sulla produzione e vendita di sostanze alimentari e bevande. Per quest'ultimo reato è stato denunciato anche il titolare del camping.

I carabiniieri della compagnia di Terracina erano intervenuti subito dopo i fatti, quando i minorenni a cui sono stati dati i bicchieri che contenevano della candeggina e non dell'acqua. Molta paura per i ragazzini, che sono stati soccorsi e trasportati in ospedale, ma per fortuna nessuna grave conseguenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento