Strage di alberi a Terracina, Legambiente presenta un esposto ai carabinieri

Il circolo locale chiede anche l'accesso agli atti all'amministrazione per verificare l'esistenza di autorizzazioni e pareri

Strage di alberi a Terracina: il circolo di Legambiente invia un esposto al comando dei carabinieri forestali e chiede l'accesso agli atti al Comune per visionare le autorizzazioni e i pareri necessari.

"Terracina è una città- scrive in una nota il Circolo Pisco Montano - estremamente carente in tema di verde urbano visto lo sviluppo urbanistico della città. Nel dopoguerra, pur essendo inizialmente nel Piano Regolatore Generale approvato, le aree dedicate al verde sono state poi sacrificate in nome di uno sviluppo urbanistico selvaggio e poco armonico. La carenza di verde urbano a nostro avviso deve essere immediatamente recuperata ampliando le aree verdi esistenti e individuando nuove aree da destinare a verde pubblico soprattutto nelle zone di recente espansione abitativa come Borgo Hermada e la zona del Calcatore. Il Rapporto annuale Legambiente Ecosistema Urbano di Terracina su dati 2018, che verrà presentato nella sua terza edizione il prossimo 25 gennaio a Terracina presso il Centro Congressi , conferma i pessimi indicatori, relativamente al verde pubblico disponibile. Con il disastro del 29 ottobre 2018 e con gli eventi atmosferici intensi che sono avvenuti durante tutto il 2019 con la conseguente caduta di alberi dovuti al forte vento di burrasca e alle continue piogge e smottamenti, il Comune sta in questi giorni procedendo a cospicui abbattimenti soprattutto di pini anche in zone di pregio come la via Appia o la zona portuale. Gli abbattimenti però non possono essere sostitutivi di una corretta manutenzione, di una regolare potatura, con lo sfoltimento e il diradamento interno e una corretta azione di contenimento delle radici e non possono essere alternativi ad una piantumazione di altri filari di alberi in modo da creare una barriera frangivento resiliente". 

Il Circolo Legambiente invita dunque il Comune, attualmente sprovvisto di strumento che regoli il verde urbano, ad adottare con urgenza un piano e un regolamento per le aree verdi, anche ai sensi delle recenti linee guida del Ministero dell'Ambiente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento