Terracina, consegnati alle famiglie sette alloggi di edilizia residenziale pubblica

Il sindaco Nicola Procaccini ha incontrato i cittadini assegnatari in sala Giunta. Le case si trovano nel cuore del centro storico alto della città

Sono state consegnati questa mattina i sette appartamenti di edilizia popolare, conosciuti come lotto B7, situati nel complesso monumentale della Torre degli Acso, nel cuore del centro storico alto di Terracina. Una delegazione dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Procaccini, ha incontrato le famiglie destinatarie degli alloggi prima della consegna delle chiavi in sala Giunta. Procaccini, nel rivolgersi  alle famiglie, alcune delle quali con bambini piccoli, ha espresso la propria emozione e soddisfazione. "Oggi - ha detto - è una di quelle giornate che mi rende veramente felice e che dà il senso all’impegno politico di una vita: riuscire ad aiutare concretamente le famiglie e le persone come voi che hanno ancora più bisogno di sostegno delle altre. Desidero ringraziarvi e congratularmi con voi per aver rispettato le regole, senza cercare scorciatoie o, peggio ancora, cedere alla tentazione dell’illegalità. Aggiungo una considerazione: ripopolare il centro storico alto vuol dire garantirne la sopravvivenza perchè chi abita qui è custode di questo territorio e del suo immenso valore. Più famiglie ci sono con i loro bambini più siamo certi che Terracina proseguirà il suo percorso ultramillenario”.

Anche l’assessore e vicesindaco Roberta Tintari, che ha in seguito provveduto alla consegna materiale delle abitazioni, ha voluto testimoniare la propria soddisfazione: “La penso come il sindaco: momenti come questi ripagano di tutte le difficoltà che si affrontano nell’amministrare. È una vera gioia vedervi qui commossi e in procinto di realizzare un sogno che altro non è che la soddisfazione di un bisogno primario. La famiglia rimane il nucleo fondante della nostra comunità e noi desideriamo aiutarla il più possibile. I vostri occhi lucidi e i vostri abbracci rimarranno impressi in tutti noi. Auguri di cuore a tutti, a cominciare dai bambini che cresceranno qui, amando queste mura e questi vicoli sentendoli casa loro. Voglio ringraziare il personale del Settore delle Politiche Sociali e l’Ufficio Casa per la serietà e la passione con cui ha seguito la vicenda, come sempre accade”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento