menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terracina, stabilimento balneare in costruzione: convalidato il sequestro

Il provvedimento era stato eseguito prima di Natale dalla Guardia Costiera. L’area rientra in quelle a “tutela orientata” dove sono ammessi solo interventi di ristrutturazione senza aumenti di cubatura

E’ stato convalidato il sequestro del cantiere edile intento alla costruzione del nuovo stabilimento balneare lungo viale Circe a Terracina. Il provvedimento era stato eseguito prima di Natale dalla Guardia Costiera su disposizione del procuratore aggiunto Carlo Lasperanza e dei sostituti procuratori Giuseppe Miliano e Valerio De Luca. Lo scorso 23 dicembre erano stati proprio i militari del locale Ufficio Circondariale Marittimo ad apporre i sigilli ed ora il giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa ha convalidato il sequestro.

Il sito, oggetto di importanti lavori edilizi, era stato segnalato pubblicamente da molti cittadini, ma soprattutto dal Circolo Legambiente Terracina – Pisco Montano che aveva pubblicato un post\segnalazione sulla sua pagina Facebook. “Le opere in corso di costruzione - spiegano ancora oggi dalla Guardia Costiera - non risulterebbero in diretta esecuzione di strumenti urbanistici generali e differirebbero di specifiche disposizioni plano-volumetriche”. L’area, afferma la magistratura, rientra nelle “aree a tutela orientata” dove sono ammessi esclusivamente interventi di ristrutturazione senza aumenti di cubatura. Riconosciuta quindi l’urgenza del sequestro preventivo senza il quale, conclude la Guardia Cositera, "si avrebbe avuto un’inevitabile avanzamento dei lavori con una ulteriore compromissione dello stato dei luoghi". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento