menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cento persone positive al covid" ma era una fake news: denunciato l'autore per procurato allarme

E' accaduto a Terracina. La notizia si era rapidamente diffusa tra la popolazione creando il panico. I medici hanno denunciato e la Digos ha indagato riuscendo ad individuare il responsabile

"Cento persone infettate dal covid e in isolamento a Terracina". E' questo il messaggio audio duffuso il 21 maggio scorso su whatsapp, con cui una persona comunicava, in toni allarmistici, di aver appreso dal personale sanitario che a Terracina, a causa della positività di un medico in servizio nel reparto di nefrologia e dialisi, 100 persone erano state messe in isolamento dopo gli accertamenti medici. Una notizia che era diventata subito virale destando grave allarme sociale tra la popolazione, con conseguenze negative per il servizio sanitario locale, i cui centralini venivano  subissati di telefonate da parte degli utenti per comprendere se la notizia fosse vera.

Nei giorni seguenti al messaggio, gli accessi al pronto soccorso sono diminuiti di oltre il 50% , proprio a causa della diffusione della notizia e del panico creato tra i cittadini, mettendo così a rischio anche la salute di cittadini che, nel dubbio, hanno preferito evitare di ricorrere alle cure dei sanitari. Il personale medico ha quindi formalizzato in questura una denuncia contro ignoti, smentendo la notizia diffusa via whatsapp. 

Le successive indagini condotte dalla Digos di Latina hanno consentito di individuare in breve tempo l’autore della fake news. Si tratta di S.C. di 43 anni di Terracina, che ha poi ammesso di essere l’autore del messaggio allarmistico che era stato inizialmente diffuso solo a una ristretta cerchia di amici. L’uomo è stato quindi denunciato all'autorità giudiziaria per il reato di procurato allarme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento