menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedofilo interrogato: "Ho scaricato quel materiale solo per curiosità, volevo cancellarlo"

Il 74enne di Terracina accusato di detenzione di file pedopornografici interrogato stamattina in Tribunale. Per ora resta ai domiciliari

Ha ammesso di essere entrato in siti internet contenenti materiale pedopornografico ma soltanto per curiosità il pensionato 74enne di Terracina finito agli arresti domiciliari nei giorni scorsi con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.

L’uomo, assistito dagli avvocati Gianluca Gabrielli e Antonio Romani del foro di Frosinone, è stato ascoltato questa mattina in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota per l’interrogatorio di convalida.

Il 74enne, sposato e con due figli grandi, era stato segnalato qualche tempo fa a causa di comportamenti ambigui nei confronti di minori tanto da indurre gli investigatori a chiedere ed ottenere l’autorizzazione ad una perquisizione domiciliare. Così gli uomini della Squadra Mobile di Latina hanno rinvenuto nella sua abitazione di Terracina 6 hard disk, 1 tablet, 4 pen drive e 3 micro sd contenenti migliaia di file video con atti sessuali tra adulti e ragazzini di  età ragionevolmente compresa fra 1 e 15 anni. Per lui sono quindi scattati gli arresti in flagranza .

Stamattina ha raccontato al giudice di avere scaricato quel materiale solo per curiosità, di notte, quando non riusciva a dormire ma ha anche precisato che era sua intenzione cancellare tutto dal computer. Il gip ha convalidato il provvedimento e si è riservata di decidere sulla richiesta della difesa di revoca o modifica della misura degli arresti domiciliari che per ora resta quindi confermata. Intanto, proseguono le indagini degli investigatori sull'enorme mole di materiale rinvenuto e sequestrato nella sua abitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento