Terracina: lascia il compagno violento, lui inizia a perseguitarla. Arrestato un 35enne

Era arrivato a pedinarla fino sul posto di lavoro minacciando un collega con un cric. Le indagini della polizia su altri due episodi al Circeo e a Sonnino hanno portato ad altrettanti divieti di avvicinamento

Un uomo di 35 anni è stato arrestato a Terracina dalla polizia che ha dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emanata dal gip del Tribunale di Latina che ha ravvisato la sua "estrema pericolosità e la concreta possibilità di reiterazione di episodi di violenza di cui aveva già dato prova picchiando e maltrattando la compagna".

Il provvedimento da parte del giudice è arrivato in seguito alle indagini condotte dagli agenti del locale Commissariato. La donna, percossa con schiaffi e pugni anche pubblicamente era stata più volte ferita; convinta a sottrarsi ai soprusi del compagno, grazie anche alla rete di assistenza predisposta da un centro antiviolenza e supportata dalle poliziotte di Terracina, ha trovato la forza di lasciare l’abitazione che condivideva con l’uomo.

Il 35enne, però, ha iniziato una vera e propria persecuzione nei suoi confronti, pedinandola sino al posto di lavoro, una struttura ricettiva dove la donna si era momentaneamente stabilita, anche grazie alla disponibilità del datore di lavoro. “L’ex fidanzato - ricostruiscono dalla Questura di Latina - è arrivato anche a minacciare coloro che avessero sostenuto la malcapitata vittima”; una volta aveva seguito e minacciato con un cric una collega di lavoro della donna, costringendo tutti i presenti a barricarsi in un’attività commerciale per evitare conseguenze peggiori, scongiurate anche grazie all’arrivo di una volante del Commissariato.

Le indagini hanno consentito di ricostruire diversi episodi di violenza, comprovati da testimonianze acquisite e documentazione sanitaria, determinando gli investigatori a presentare una richiesta di misura cautelare, condivisa dall’Autorità giudiziaria.

Un’altra vicenda ha riguardato una giovane coppia di San Felice Circeo, con il ragazzo che non si rassegnava alla fine della storia sentimentale, iniziando a tormentare la sua ex e la madre di lei, tempestandole a tutte le ore del giorno con messaggi e telefonate. Una volta ha anche malmenato un giovane al quale attribuiva un interesse per la ragazza. Fatti analoghi si sono verificati a Sonnino, con un uomo che al termine di una convivenza aveva cominciato a seguire la sua ex anche nei pressi dell’abitazione, costringendola a richiedere l’intervento della polizia in più circostanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli ultimi due episodi le indagini hanno portato all’emissione di due distinte misure cautelari del divieto di avvicinamento alle persone offese con divieto di comunicazione con le stesse, eseguite sempre dagli investigatori del Commissariato di Terracina.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus, nel Lazio sfiorati i 2mila casi giornalieri, 25mila i tamponi. Aumentano i guariti

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus, 149 casi in più in provincia. A Latina città 48 nuovi contagi e un decesso

  • Coronavirus: 136 nuovi casi, 29 dei quali nella città di Latina. Un altro morto a Itri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento