Terracina, protocollo antincendi boschivi: acquistata una telecamera infrarossi h24

La firma da parte del Comune, della Protezione civile, associazioni di volontariato e ambientaliste

E' stato firmato a Terracina un protocollo d'intesa per le attività anticendio boschivo. Firmatari del patto il Comune la Protezione Civile comunale e le associazioni di volontariato,  ambientaliste, sportive, cacciatori che si sono messe a disposizione per questa iniziativa. “Siamo molto soddisfatti –commenta l’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone - di essere riusciti per il secondo anno consecutivo ad allestire un servizio che nella scorsa estate si è rivelato efficacissimo nella prevenzione degli incendi boschivi. Desidero ringraziare di vero cuore tutte le associazioni che hanno sottoscritto il protocollo, a cominciare dalla Protezione Civile comunale e al suo Coordinatore Silviano Valenti, assumendosi un impegno gravoso che conferma quanto esse tengano alla cura e tutela del nostro territorio. Quest’anno, a testimonianza del fatto che le buone esperienze sono positivamente ‘contagiose’, si sono aggiunte altre due associazioni che implementano il servizio di vigilanza. Da quelle di Protezione Civile agli ambientalisti, dagli scalatori ai bikers arrivando fino ai cacciatori sono tutti in prima linea per dare un fondamentale sostegno ad uno strumento realmente prezioso e, ormai, irrinunciabile per la nostra città".

Quest’anno ci sono importanti: è stata infatti acquistata una telecamera antincendio dotata di sensori infrarossi e capace di fornire informazioni georeferenziate h24 per 365 giorni l’anno, installata presso la zona collinare del territorio comunale, capace di coprire un raggio di diversi chilometri e che a breve sarà collegata anche alla centrale operativa dell’agenzia regionale di Protezione Civile."Stiamo procedendo alla trasmissione di questo Protocollo alla stessa Agenzia Regionale di Protezione Civile - spiega ancora l'assessore - affinchè possa essere considerato parte integrante del sistema di prevenzione regionale. Dopo l’esperienza acquisita lo scorso anno, abbiamo provato a migliorare la qualità del servizio fornendo ulteriori strumenti al territorio della nostra città affinchè quanto accaduto nell’agosto del 2017 non possa più ripetersi Ribadisco che la prevenzione rimane l’unico strumento realmente efficacie oltre che economicamente più vantaggioso. Abbiamo la consapevolezza che stiamo facendo tutti un investimento e non stiamo sostenendo una spesa”. 

Il comandante della polizia locale Michele Orlando, responsabile della Protezione Civile, aggiunge che “l’impegno dell’istituzione comunale con risorse, uomini e mezzi è sempre più incisivo. La Protezione Civile Comunale in questi mesi è sensibilmente cresciuta nei numeri, circostanza che getta una luce positiva sulle prospettive presenti e future. Sottolineo anche io come sia fondamentale il contributo delle associazioni firmatarie, che desidero ringraziare, tra le quali anche alcune di Protezione Civile. La sinergia con l’Agenzia Regionale e con gli altri Corpi dello Stato è sempre più stretta e agevolata dal riconoscimento del reciproco impegno e disponibilità. Ricordo – conclude - che l’appiccare incendi è un gesto criminale gravissimo che prevede pene severe e che compromette il futuro di tutti, responsabili inclusi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento