rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Terracina

Inchiesta 'Free Beach', torna in libertà anche il dirigente comunale Corrado Costantino

Il Tribunale del Riesame ha annullato otto dei tredici capi di imputazione contestati e gli arresti domiciliari commutati nell'interdizione per un anno

E' tornato in libertà Corrado Costantino, il dirigente del Dipartimento demanio marittimo del Comune di Terracina finito agli arresti domicilairi il 19 luglio scorso nell'ambito dell'inchiesta 'Free Beach'.

Il Tribunale del Riesame di Roma, così come è accaduto per l'ex sindaco Roberta Tintari, ha annullato otto dei tredici capi di imputazione a suo carico accogliendo le richieste degli avvocati difensori Luca Giudetti e Stefano Iucci che avevano impugnato l'ordinanza cautelare del giudice per le indagini prelimnari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota. 

La misura è stata quindi annullata per quasi tutti i reati e la misura dei domiciliari nei suoi confronti è stata commutata in interdizione dai pubblici uffici per la durata di un anno,

Le contestazioni annullate riguardano in particolare la rivelazione del segreto d’ufficio su Piano di utilizzazione dell’arenile, il falso ideologico per il riconoscimento del contributo alla ‘Mari Monti’, la turbata libertà degli incanti per l’assegnazione della concessione alla ‘Marina Yachting’, il falso ideologico per la liquidazione di una fattura alla società Italimpianti. La misura dei domiciliari nei suoi confronti è stata commutata in interdizione dai pubblici uffici per un anno,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta 'Free Beach', torna in libertà anche il dirigente comunale Corrado Costantino

LatinaToday è in caricamento