Terracina, sequestrate 33 giostre senza autorizzazioni al porto. Sette indagati

Le segnalazioni di polizia e Guardia costiera che hanno portato al provvedimento del giudice. Accertamenti sui titoli rilasciati allo stesso Luna Park per gli anni precedenti

(immagine di archivio)

Sono scattati i sigilli per 33 giostre, risultate prive di autorizzazioni, e installate al porto di Terracina. E’ di oggi, martedì 7 luglio, l’operazione “Luna Park” che ha portato anche a 7 indagati.

Il provvedimento a cui è stata data esecuzione oggi è del gip del Tribunale di Latina Giuseppe Cario, richiesto dal procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza e dal sostituto procuratore Antonio Sgarrella - ed è stato disposto su segnalazione del locale Commissariato di polizia e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina, supportati dalla Questura di Latina e dal Nucleo Speciale di Intervento della Guardia costiera.

Le 33 giostre avevano iniziato la loro attività dallo scorso mese, nonostante - viene spiegato attraverso una nota congiunta - "non avessero ottenuto le previste autorizzazioni all’esercizio e allo svolgimento delle attrazioni nonché il titolo all’occupazione dell’area”. Per la stagione in corso mancano, infatti, le autorizzazione all’occupazione dell’area, ma soprattutto mancano le autorizzazioni amministrative relative alla sicurezza dei cosiddetti “spettacoli viaggianti”, senza i quali non è assolutamente possibile esercitare questa tipologia di attività. Sono al vaglio, inoltre, le procedure e i titoli rilasciati allo stesso Luna Park per gli anni precedenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’area, di circa 4000 metri quadrati, è stata messa in sicurezza e inibita all’accesso e a qualsiasi tipo di attività attrattiva. Disalimentate le attrazioni e notificato il provvedimento di sequestro preventivo ai sette indagati gestori del Parco divertimenti, deferiti alla Autorità Giudiziaria per i reati previsti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, nel Lazio sfiorati i 2mila casi giornalieri, 25mila i tamponi. Aumentano i guariti

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento