Spiagge libere occupate a Terracina, sdraio e ombrelloni per “prenotare” il posto: scatta il sequestro

L’operazione della Guardia Costiera con la Polizia Locale: sequestrati 96 ombrelloni e 132 attrezzature; liberati 1500 mq di spiaggia occupata

Oltre 200 attrezzature da spiaggia sequestrate a Terracina dalla Guardia Costiera nell’ambito di un’altra brillante operazione volta a contrastare il fenomeno dell’occupazione della spiaggia libera.

L’attività, che rientra nell’operazione estiva “Mare Sicuro 2020”, è stata portata a termine nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 agosto dai militari con la collaborazione della Polizia locale. 
Così sono stati restituiti al libero godimento circa 1500 mq di spiaggia libera antistante i residence nei pressi della foce del fiume Sisto. Sono stati sequestrati 96 ombrelloni e 132 attrezzature da spiaggia, ovvero sdraio, lettini e sedie da spiaggia, lasciate la sera sul pubblico demanio quale “prenotazione” del posto per il giorno seguente.

“Tale tipologia di controlli, svolti a tutela del regolare svolgimento delle attività balneari - spiegano dalla Capitaneria di Porto -, mirano a contrastare tutti i fenomeni di arbitraria occupazione delle spiagge libere che come tali sono pubbliche e destinate al libero uso da parte di tutti i cittadini. Dopo le frequenti operazioni delle scorse settimane, soprattutto ai titolari delle convenzioni ex art. 7 comma 1 del Regolamento Regionale n°19/2016, è continuato pertanto il monitoraggio dei tratti di arenile libero del territorio di competenza sempre molto interessato da tali fenomeni di abusivismo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I responsabili sono ancora ignoti, ma dalla Capitaneria di Porto fanno sapere che chiunque intenda riprendere l’attrezzatura da spiaggia potrà recarsi presso gli uffici della Guardia Costiera e, previo pagamento della prevista sanzione amministrativa per violazione dell’ordinanza del Comune di Terracina di 200 euro, riprendere la propria attrezzatura. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento