rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca Terracina

Tentò di uccidere la ex, l'accusa chiede una condanna a sei anni di carcere

Il processo a Michelangelo Porretta: aveva sequestrato la donna poi l'inseguimento folle a Terracina

Sei anni di carcere. Questa la richiesta di condanna del pubblico ministero nei confronti di Michelangelo Porretta, l’uomo accusato di duplice tentato omicidio aggravato dalla premeditazione, stalking e sequestro di persona nei confronti della sua ex compagna.

Il 44 enne è comparso questo pomeriggio davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone per il processo che si svolge con il rito abbreviato su richiesta della difesa. I fatti oggetto del procedimento risalgono al 25 agosto dello scorso anno quando Porretta aveva caricato a forza sulla sua auto la donna dalla quale pochi mesi prima aveva avuto una bambina coinvolgendo nella sua folle fuga anche un turista che a Terracina aveva dato un passaggio in auto alla donna per aiutarla a fuggire dal suo inseguitore. L’inseguimento era finito male con l’auto del turista finita dentro un canale a Terracina.

Oggi in aula le conclusioni dell’accusa con la richiesta di condanna a sei anni di reclusione poi la parola è passata gli avvocati Giuseppe Pesce e Angelo Farau i quali hanno sostenuto che non c’era alcuna volontà di uccidere. Poi l’udienza è stata rinviata a lunedì prossimo 15 aprile per eventuali repliche prima che il gup entri in camera di consiglio per la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò di uccidere la ex, l'accusa chiede una condanna a sei anni di carcere

LatinaToday è in caricamento