Il comandante generale delle Capitanerie di porto in visita a Terracina, San Felice e Scauri

L'ammiraglio Giovanni Pettorino ha incontrato anche i sindaci e il direttore del Parco del circeo

Il comandante generale delle Capitanerie di porto, l'ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, ha fatto visita ad alcuni uffici del Compartimento Marittimo di Gaeta:  Terracina, San Felice Circeo e Scauri. Ad accoglierlo il direttore marittimo del Lazio, comandante Vincenzo Leone e il capo del Compartimento di Gaeta, Federico Giorgi.

amm Pett 2-2-2

L’ammiraglio Pettorino, accompagnato tra gli altri dal capo reparto operazioni del comando generale Sergio Liardo, ha voluto ringraziare tutto il personale militare e civile per il lavoro finora svolto e gli ottimi risultati conseguiti, "anche grazie alla dedizione, alla professionalità  ed allo spirito di sacrificio di ciascuno". Ha voluto poi far sentire la vicinanza di tutto il comando generale nelle giornate clou della stagione estiva, invitando il personale a proseguire sulla strada intrapresa per continuare a garantire la sicurezza in mare, la vigilanza sul corretto uso del demanio marittimo e la tutela dell’ambiente marino a favore della collettività.

Nell’ambito della visita, l’ammiraglio Pettorino ha inoltre incontrato alcuni rappresentanti delle Istituzioni locali, tra cui il sindaco di San Felice Giuseppe Schiboni, il primo cittadino di Terracina Roberta Tintari e quello di Minturno Gerardo Stefanelli insieme al direttore del Parco Nazionale del Circeo Paolo Cassola.

"Le autorità incontrate hanno ringraziato il comandante generale - spiegano dalla Capitaneria di porto di Gaeta - per il costante e quotidiano impegno degli uomini e delle donne della Guardia Costiera e per la proficua collaborazione instaurata con tutti gli Uffici del territorio: la sinergia tra tutte le Istituzioni è una risorsa fondamentale per il litorale e l’arcipelago del sud pontino, visto il patrimonio di bellezze naturalistiche, paesaggistiche e culturali che lo caratterizzano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento