Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Piazza del Popolo

Terremoti, Consiglio comunale ad hoc: presenti geologi della Regione

Convocato in via del tutto straordinaria per sciogliere i dubbi dei cittadini. Previsto un apposito monitoraggio attraverso la escavazione di un pozzo nella zona interessata

È stata definita un’assise tecnico-scientifica volta soprattutto ad informare i cittadini.

Con questi presupposti si è tenuto il Consiglio comunale straordinario convocato dal presidente Nicola Calandrini per affrontare il delicato tema del terremoto.

Incontro che si è reso necessario in virtù del dilagante stato di preoccupazione che serpeggia ormai da mesi tra la comunità di Latina alla luce delle numerose scosse che hanno interessato il capoluogo dal luglio del 2011 ad oggi e soprattutto dopo il sisma di magnitudo 3.8 sentito dalla maggior parte della popolazione lo scorso 15 febbraio.

Al Consiglio erano presenti i geologi della Regione Lazio, Antonio Colombi e Fabio Meloni, responsabili dell’Ufficio Geologico e Sismico della Regione, che hanno illustrato all’intera assise, che ha visto anche la partecipazione massiccia di singoli cittadini, la situazione in merito agli eventi sismici nel capoluogo.

Durante il dibattimento è intervenuto anche il prefetto Antonio D’Acunto, che ha sottolineato come la Prefettura ha già convocato un’apposita riunione tecnica di coordinamento sul tema.

“Oggi cerchiamo di dare corso ad una idea di “servizio” di questa assemblea – ha detto il presidente del Consiglio Nicola Calandrini –. Il Consiglio comunale è l’istituzione più diretta della rappresentanza popolare ed è quella che si deve far carico per prima dei bisogni dei cittadini. La presenza oggi di tecnici altamente qualificati serve non a rassicurare, non ad allarmare ma ad informare in modo scientifico la comunità di cosa sta accadendo nel territorio. Ringrazio in particolare i tecnici della Regione per il lavoro che stanno svolgendo e per questo momento di informazione, di conoscenza e di spiegazioni delle azioni che saranno messe in campo per verificare gli sviluppi del fenomeno”.

Il presidente del Consiglio comunale ha inoltre annunciato che il direttore nazionale del Centro Terremoti, che dipende dal Centro nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dottor Giulio Selvaggi, coordinerà un apposito monitoraggio attraverso la escavazione di un pozzo nella zona interessata.

“Questo Consiglio rappresenta un importante momento di approfondimento tecnico-scientifico per chiarire e specificare gli aspetti di questa vicenda – ha affermato il sindaco Giovanni Di Giorgi – Stiamo rafforzando l’Ufficio di Protezione Civile, che sarà una struttura autonoma nel 1° settore di Staff, dotata di tutti i necessari mezzi. Ringrazio il Prefetto per la sua sensibilità e per l’azione di coordinamento in questa attività di prevenzione e il Presidente Calandrini per aver convocato questo Consiglio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoti, Consiglio comunale ad hoc: presenti geologi della Regione

LatinaToday è in caricamento