menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amatrice e Cittaducale tre anni dopo il sisma: da Aprilia aiuti per la ricostruzione di un forno

L’attività di Matteo Chiappini e della sua famiglia, a cui sono stati donati i fondi raccolti ad Aprilia, uno dei simboli del ritorno alla normalità. La visita del primo cittadino

Visita del sindaco di Aprilia Antonio Terra nei territori di Amatrice e Cittaducale, a tre anni dal terremoto che devastò l’Italia centrale. Allora anche i gruppi di protezione civile del comune pontino furono in prima linea nel prestare soccorso a quelle terre e ai loro abitanti. Nei giorni scorsi il primo cittadino ha voluto visitare i due centri colpiti dal sisma; insieme a lui anche l’assessore Gianfranco Caracciolo, il comandante della Polizia Locale e la stessa Protezione Civile. 

Dopo il terremoto, ricorda il sindaco Terra attraverso un posto su Facebook, "la Città di Aprilia decise di avviare una raccolta fondi, per dimostrare la nostra vicinanza ai comuni colpiti dal sisma e alle popolazioni chiamate ad uno sforzo importante per la ricostruzione. Ai 500 euro raccolti da donazioni private e contributi delle associazioni cittadine, il Comune ha aggiunto 10mila euro”.

I fondi sono stati donati al giovane Matteo Chiappini che insieme alla sua famiglia ricostruirà un forno, un'attività commerciale simbolo del ritorno alla normalità; soldi lo stesso Matteo ha chiesto di poter utilizzare per acquistare un furgone in grado di trasportare il pane prodotto nei paesi vicini. Il primo cittadino di Aprilia ha visitato i locali dove verrà ricostruito il forno; ad accompagnare la delegazione pontina oltre al coordinatore regionale della Protezione Civile Fabrizio Cola che ha gestito i soccorsi nella zona, anche il sindaco di Cittàducale Leonardo Ranalli e l'assessora alle Attività Produttive Elisabetta Bolognini, che ringrazio per l'ospitalità.

“A Matteo e alla sua famiglia va ovviamente anche il nostro in bocca al lupo - conclude il sindaco Terra -. E la gioia di poter contribuire alla ricostruzione, anche attraverso un elemento così antico e così buono come il pane”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento