Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Terremoto nel centro Italia: grande la solidarietà da Latina. Nuova scossa nel reatino

Una forte scossa di magnitudo 4,8 è stata avvertita questa mattina alle 6.28 ad Amatrice: nuovi crolli. Intanto sale il numero delle vittime. Grande risposta di solidarietà arrivata da Latina: importante raccolta di beni per i terremotati

La terra continua a tremare, ancora, mentre sale il bilancio delle vittime a poco più di 48 ore dal sisma della notte del 24 agosto che ha devastato parte del centro Italia. 

Questa mattina alle 6.28 una nuova forte scossa nel reatino di magnitudo 4.8 è stata avvertita ad Amatrice provocando nuovi crolli, al termine di una notte in cui l'Istituto nazionale di Geofisica ha registrato scosse nella zona. 

Tutto mentre si continua a scavare tra le macerie e sale il già tragico bilancio delle vittime, aggiornato dalla protezione civile: sono 267 i morti, 207 dei quali ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. Sono 387 i feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e Marche. 

IL GRANDE CUORE DI LATINA - Grande e sentita è stata la risposta di solidarietà di Latina dopo il terremoto di due giorni fa. Lunghe file per donare il sangue mentre sono state raccolte grandi quantità di beni di prima di necessità per i terremotati. 

“Prendiamo atto del grande spirito di solidarietà che ha animato i cittadini di Latina e della generosità dimostrata dalla nostra comunità che ha permesso di raccogliere in poche ore una grande quantità di materiali quali viveri, coperte, vestiario presso il centro operativo  della Protezione Civile del Comune di Latina in Corso Matteotti 242” dichiara il sindaco Damiano Coletta che fornisce un aggiornamento sulle operazioni di supporto ringraziando la città per la risposta immediata data all’appello lanciato dall’amministrazione comunale.

“Dai riscontri avuti e dalle comunicazioni del Dipartimento della Protezione Civile diffuse anche attraverso i notiziari televisivi – continua il primo cittadino - si rileva l'opportunità di sospendere temporaneamente la raccolta soprattutto del vestiario e delle coperte anche per ragioni di stoccaggio. Tali materiali, infatti, per essere consegnati devono essere igienizzati, ovvero devono passare attraverso un preventivo trattamento e quindi essere riposti in apposite buste sigillate”. L'Amministrazione comunale è in contatto costante con la Prefettura e aggiornerà quotidianamente sulle esigenze e le necessità che di volta in volta verranno manifestate attraverso il proprio sito istituzionale.

“La manifestazione “Suoni di Fine Estate” – aggiunge Coletta in merito alla due giorni organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune – diventerà un’occasione per manifestare la solidarietà dell’intera città alle vittime del terremoto. Questa solidarietà si esprimerà con una raccolta fondi e attraverso la presenza della protezione Civile che illustrerà ai cittadini il piano d’emergenza predisposto a seguito dell’accaduto. La cultura – conclude il Sindaco – può e deve essere, in certi momenti, un ‘luogo’ di incontro per esprimere e ribadire insieme vicinanza, sostegno, incoraggiamento”.  

LE INIZIATIVE PER I TERREMOTATI DI SERMONETA E APRILIA

GAETA E CISTERNA - E solidarietà arriva anche da Gaeta e Cisterna. Il sindaco di Gaeta Mitrano ha inviato una lettera ai primi cittadini di Amatrice, Accumoli ed Arquata ai quali ha offerto la disponibilità ad ospitare una ventina di famiglie con bambini/ragazzi, mentre ieri pomeriggio a Cisterna è stato allestito un punto di raccolta aiuti per i terremotati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto nel centro Italia: grande la solidarietà da Latina. Nuova scossa nel reatino

LatinaToday è in caricamento