Terremoto nel centro Italia, la macchina della solidarietà parte dalla provincia di Latina

Costituita presso la Prefettura di Latina l'Unità di Crisi, mentre la Asl garantisce anche un servizio aggiuntivo per la raccolta straordinaria di sangue. Tutti gli interventi della provincia di Latina per le popolazioni terremotate

La Prefettura di Latina

Si è messa subito in moto in tutta la provincia di Latina la macchina della solidarietà per le popolazioni colpite dal violento terremoto nelle provincia di Lazio, Umbria e Marche. 

Questa mattina presto in prefettura si è tenuto il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocato dal prefetto Pierluigi Faloni e a cui hanno preso parte il questore, i comandanti provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza come dei vigili del fuoco, il sindaco di Latina e il commissario straordinario della Asl e il coordinatore del volontariato della protezione civile pontina. 

Intorno alle 5.30 la colonna mobile sezione sisma è partita dal comando provinciale dei vigili del fuoco diretta nel reatino. 

PREFETTURA DI LATINA - Per l’emergenza terremoto, proprio presso la Prefettura di Latina è stata costituita un’Unità di Crisi che potrà essere contattata al numero 0773/658438 dalle 8 alle 20 e al numero 0773/6581 dalle 20 in poi. 

RACCOLTA SANGUE - Intanto, la Asl di Latina garantisce anche un servizio aggiuntivo per la raccolta straordinaria di sangue presso i propri centri trasfusionali degli ospedali di Latina e Formia fino alle 24 del 26 agosto secondo le seguenti modalità: 

CROCE ROSSA ITALIANA - La Croce Rossa Italiana della provincia pontina sta concorrendo ai soccorsi nell’area del Centro Italia colpita dal terremoto: l’assetto CRI è stato attivato alle 5,20 di questa mattina dalla Sala operativa regionale della Protezione civile del Lazio, la quale ha assunto il coordinamento dei soccorsi. “Ai Comitati CRI pontini - viene spiegato con una nota - è stato richiesto l’invio di sette ambulanze più equipaggi (28 volontari tra autisti, soccorritori, infermieri e medici). I mezzi provengono due dal Comitato di Latina, due da quello di Aprilia, una ciascuna da Itri, Fondi e Sud Pontino. Gli equipaggi sono arrivati e presi in carico dal centro di coordinamento a Rieti, il quale provvederà poi a stabilire le località e i servizi specifici loro assegnati.

Nel frattempo, altri 20 volontari CRI “logisti” (qualificati come operatori per le emergenze), tra cui un’infermiera professionale specialista in area critica, sono pronti alla “partenza immediata” su attivazione della Sala operativa regionale di PC per le altre operazioni di soccorso”.

SMENTITA RACCOLTA FONDI -  Il presidente del Comitato CRI di Latina, Giancarlo Rufo, ha dichiarato: “Il nostro Comitato al momento non ha attivato nessuna raccolta di fondi, di generi alimentari o di prima necessità. Stanno girando falsi post su Facebook che invitano a portare materiali vari presso la nostra sede di Via Ezio: è un’informazione falsa! In questa fase dell'emergenza, queste iniziative di qualche singolo, provocano problemi logistici e rallentano le operazioni di soccorso per le quali siamo impegnati”.

COMUNE DI APRILIA - Solidarietà è stata espressa alle popolazioni terremotate, anche a nome di tutta la cittadinanza, dall’amministrazione comunale di Aprilia che si è già mobilitata per le operazioni di soccorso. Alle 5.56 due squadre di volontari delle associazioni di protezione civile Cb Rondine e Alfa di Aprilia sono partite alla volta di Amatrice. “La Polizia Locale, presso Culturaprilia (ex Claudia), dove ha sede l’Associazione Nazionale Carabinieri - fanno sapere ancora dall’amministrazione -, ha allestito il centro di coordinamento delle operazioni di soccorso nonché di raccolta e stoccaggio di generi alimentari di prima necessità e beni di conforto. Un altro punto per la raccolta è in via di allestimento presso il mercato coperto di Via degli Aranci (ex Piazza delle Erbe), i cui operatori si sono messi a disposizione”.

COMUNE DI CISTERNA - Solidarietà e massima disponibilità ai sindaci dei Comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto è stata espressa anche dal primo cittadino di Cisterna, Eleonora Della Penna, che, anche in veste di presidente della Provincia, ha manifestato vicinanza al presidente della Provincia di Rieti.

“Nelle prime ore di questa mattina - fa sapere l’amministrazione comunale di Cisterna con una nota -, dopo il verificarsi dell'evento calamitoso, le prime squadre di aiuti delle diverse associazioni di Protezione Civile di Cisterna, Vigili del Fuoco in Congedo, Protezione Civile Zappaterreni e R2, sono partite con i propri mezzi, in totale 7 veicoli e 14 volontari, per unirsi alle unità operative sul territorio. La Croce Rossa Provinciale ha inviato nelle zone coinvolte due ambulanze con 8 soccorritori, fra i quali un volontario di Cisterna. Domani pomeriggio, il Comune attiverà un centro di raccolta comunale dei beni di prima necessità presso i locali siti in Via Aldo Moro n. 41  (già Centro d’Ascolto), quartiere San Valentino, seguendo le indicazioni della Protezione Civile Nazionale, collaborando con tutte le associazioni presenti sul territorio di Cisterna. Inoltre l’Avis di Cisterna di Latina ha attivato una raccolta di sangue straordinaria nei giorni di giovedì 25, venerdì 26 e domenica 27 agostodalle ore 7.30 alle ore 10.30 presso la sede di Largo dei Donatori del Sangue”.

Tutte le associazioni che vogliono mostrare disponibilità e collaborazione nella raccolta, possono partecipare alla riunione che si terrà domattina, 24 agosto, alle ore 12:00, presso la Sala della Pace di Palazzo dei Servizi, sita in Via Zanella 2.

“Siamo rimasti profondamente colpiti dalla tragedia che ha visto coinvolti quei territori. - dichiara il Sindaco Della Penna -. Il dolore per le vite perse e la città distrutta ci ha sconvolto e la nostra comunità si è attivata con una rete di solidarietà. Tre diverse associazioni di Protezione Civile e unità di Croce Rossa, con 9 mezzi e 24 volontari, sono partiti per unirsi alle squadre di soccorso già operative fin dalle prime ore. Sul posto è presente anche il nostro Commissario di Polizia di Stato Dott.ssa Lucia Dipierro, del Commissariato di Cisterna di Latina per accertarsi delle condizioni di salute di un’agente di Polizia assegnata a detto Commissariato ed originaria di Amatrice e dei suoi familiari. Purtroppo in questo caso le notizie che giungono da quei territori devastati sono tragiche e riguarderebbero anche altri concittadini della provincia di Latina. Ho voluto per questo contattare personalmente il questore di Latina al quale ho manifestato i sentimenti di cordoglio della comunità di Cisterna per la grave tragedia che ha colpito questa donna e quindi gli uomini della Questura di Latina, del nostro commissariato e della polizia stradale di Aprilia. In questo momento di dolore non possiamo fare altro che stringerci attorno a tutte le famiglie delle vittime manifestando, anche come comunità della provincia di Latina, grande vicinanza e solidarietà. Siamo sconvolti ma dobbiamo continuare a lavorare per tenere attiva, grazie al lavoro straordinario dei nostri volontari, della nostra gente, la macchina dei soccorsi e continuare a pregare per i dispersi. Da domani il Comune metterà a disposizione un locale per far partire una raccolta di materiale seguendo le indicazioni della Protezione Civile Nazionale, collaborando con tutte le associazioni presenti sul territorio di Cisterna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento