Cronaca

Sisma in Emilia, Confindustria e sindacati uniti per aiutare i terremotati

Protocollo tra l'Associazione di Latina, Cgil, Cisl e Uil per aiutare le zone colpite dal sisma: trattenuta un'ora di lavoro in busta paga e contributo equivalente da parte delle imprese

Sono numerose le iniziative messe in campo in queste settimane dalla provincia pontina per aiutare le popolazioni colpite dal sisma in Emilia Romagna.

Oltre alle protezioni civili che sono partite alla volta delle zone terremotate per un soccorso concreto, ora scendono in campo anche Confindustria Latina e le organizzazioni sindacali.

L’Associazione degli Industriali con Cgil, Cisl e Uil hanno aderito all’iniziativa congiunta di solidarietà lanciata il 30 maggio dalle organizzazioni nazionali in aiuto delle province di Ferrara, Modena, Bologna, e della provincia di Mantova, siglando questa mattina il protocollo che sostiene l’impegno ad aiutare le popolazioni, i lavoratori e il sistema produttivo dei territori così duramente colpiti dal terremoto.

“Con tale protocollo Confindustria Latina e le Organizzazioni sindacali si impegnano a favorire la raccolta di contributi volontari nelle aziende associate – spiega Paolo Marini, presidente dell’Associazione Industriali pontina – che consiste nel trattenere un’ora di lavoro in busta paga e un contributo equivalente da parte delle imprese per le iniziative di assistenza, ricostruzione e soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto. È un atto moralmente dovuto che, come già accaduto in passato in circostanze di così grave difficoltà, Confindustria Latina insieme alle organizzazioni sindacali sostiene con il cuore, mettendosi tempestivamente a disposizione di una rapida ripresa del sistema di vita degli emiliani chiamati ad affrontare una situazione di profonda e diffusa emergenza.”

“Oltre agli aiuti contingenti ed immediati – continua Marini – è necessario pensare fin da subito a strutturare gli aiuti finanziari per una seria ricostruzione del comparto imprenditoriale delle province devastate da questo terremoto. Abbiamo infatti previsto che l’apposito conto corrente sarà attivo fino a dicembre 2012, e insieme ai sindacati firmatari del protocollo, continueremo l’azione di sensibilizzazione per tutti i mesi che verranno, perché la solidarietà è da sempre un nostro valore”.

I contributi raccolti verranno versati sul conto corrente bancario appositamente attivato:

conto corrente bancario n. 12900 presso Carisbo Spa sede di Bologna (Gruppo Intesa Sanpaolo)
IBAN IT11N0638502401100000012900
intestato a CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL, UIL
FONDO INTERVENTO A FAVORE DELLE POPOLAZIONI, DEI LAVORATORI E DEI
SISTEMI PRODUTTIVI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E DELLA PROVINCIA DI MANTOVA
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisma in Emilia, Confindustria e sindacati uniti per aiutare i terremotati

LatinaToday è in caricamento