rotate-mobile
Cronaca

Terremoti, De Marchis: “Nessuna verifica antisismica nelle scuole”

Il capogruppo e consigliere comunale del Pd denuncia le mancate verifiche, per quanto riguarda il rischio sismico, presso gli istituti del capoluogo all'avvio del nuovo anno scolastico

Nessuna verifica antisismica prima dell’inizio del nuovo anno scolastico” questo è quanto afferma il capogruppo del Pd la Comune di Latina, Giorgio De Marchis, dalle pagine del suo blog.

Inizia oggi il nuovo anno scolastico – anche se alcuni istituti del capoluogo hanno anticipato il via alle lezioni a martedì 11 settembre – e tra vecchi e nuovi problemi – primo fra tutti il caro libri che nella situazione di crisi economica degli ultimi tempi suona come una bastonata per le famiglie – secondo il consigliere del Partito Democratico non va dimenticato quello della verifica antisismica dei plessi scolastici.

Una verifica che De Marchis definisce “necessaria per valutare lo stato degli edifici dopo le scosse e per capire la “resistenza” delle scuole cittadine rispetto a nuovi, speriamo di no, terremoti”.

Dal luglio scorso ad oggi sono state molte le scosse di terremoto che hanno messo in allerta la popolazione, soprattutto dopo quella più forte registrata il 15 febbraio e che ha raggiunto magnitudo 3.8 – a cui hanno fatto seguito molte altre scosse nel mese di marzo e a maggio -.

A giugno, la richiesta di un controllo dei plessi scolastici in merito al rischio sismico era stata già avanzata anche dal consigliere comunale de Il Patto, Marco Fioravante, ed ora è prorprio De Marchis a tornare alla carica. “In questi mesi – afferma il capogruppo Pd sulla suo blog - abbiamo ascoltato geologi ed esperti ripetere all’infinito che non uccidono i terremoti ma il crollo degli edifici. Dopo la forte scossa di febbraio, che superò il terzo grado della Richter, venne posto il problema della verifica statica degli immobili comunali, partendo dai plessi scolastici” .

“Avevamo chiesto che venisse istituito un “ufficio speciale”. Ci è stato risposto che non era necessario, ma nello stesso tempo non è stato fatto nulla. Nessuna verifica, nessun controllo, nessun intervento antisismico”.

IN TUTTA LA PROVINCIA – Proprio in un indagine del mensile Wired, viene riportato che nella provincia pontina, all’avvio del nuovo anno scolastico, sono 39 istituti sono stati controllati e di questi 3 sarebbero ad altissimo rischio sismico e uno ad alto rischio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoti, De Marchis: “Nessuna verifica antisismica nelle scuole”

LatinaToday è in caricamento