Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Sermoneta

Un tesoro in lire nel giardino del nonno: problemi per la riscossione

L'episodio a Sermoneta: durante alcuni lavori in un casale del nonno, sono stati trovati titoli e banconote per un valore di circa 400 milioni. Un tesoro che la donna e la sua famiglia rischiano di perdere

Arriva da Sermoneta la storia davvero singolare di una donna di 40 anni latinense, ma trasferita da qualche tempo a L’Aquila.

Durante gli scavi per alcuni lavori che la donna e la sua famiglia avevano deciso di fare in un vecchio casale del nonno, proprio nel paese lepino, è stata trovata una valigia con all’interno 140 milioni di vecchie lire insieme a titoli di credito del Regno d’Italia oltre a buoni postali di vario taglio intestati ai nonni per un valore totale stimato attorno ai 400mila euro.

Una vera fortuna, se non fosse che il “tesoro” ritrovato potrebbe non fruttare nulla: la legge che regola la conversione in euro delle lire, infatti, stabilisce un termine decennale, dal 2002 al 2012. Ma non tutto sembra perduto.

La donna e la sua famiglia, hanno così deciso di rivolgersi all’Associazione Agitalia, che già in passato si era occupata di casi simili, conferendogli il mandato per ottenere la riconversione. Un percorso non facile, ma anche non impossibile.

Infatti, se da un lato la legge impone il termine decennale, la giurisprudenza sembra volgere dalla loro parte: una sentenza della Corte di Cassazione stabilisce che qualsiasi termine di prescrizione o decadenza decorre da quando il soggetto è posto in grado di far valere il proprio diritto, quindi, in questo caso, i dieci anni la riconversione decorrono dal giorno del ritrovamento delle somme in lire.

Staremo a vedere che cosa succederà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tesoro in lire nel giardino del nonno: problemi per la riscossione

LatinaToday è in caricamento