Save The Children: grazie a Tiziano Ferro 2400 bimbi in Etiopia potranno dissetarsi a scuola

Si è infatti conclusa l'asta di 40 capi di abbigliamento indossati dal cantante pontino durante "Lo Stadio Tour": raccolti 22.000 euro con cui sarà possibile riabilitare 4 pozzi di altrettante scuole nella zona etiope del Tigray

Arrivano i primi ed importanti risultati dell’impegno di Tiziano Ferro come Ambasciatore di Save the Children

Grazie al cantante pontino, che sostiene l’Organizzazione nelle sue attività a favore dei bambini in pericolo in Italia e nel mondo, infatti, 2400 bambini che frequentano 4 scuole del Tigray, in Etiopia, potranno dissetarsi a scuola.

Si è infatti conclusa l’asta di 40 abiti che l’artista di Latina ha indossato nel corso de “Lo Stadio Tour” e che aveva voluto affidare CharityStars, piattaforma specializzata nel mettere all’asta oggetti esclusivi ed esperienze con personaggi famosi a supporto del non profit. 

Un’iniziativa voluta da Tiziano Ferro per dare un concreto ed inaugurale segnale di impegno affianco all’Organizzazione internazionale dedicata dal 1919 a sostenere i bambini e tutelarne i diritti.

“Grazie alla somma raccolta attraverso l’incanto, paria a circa 22.000 euro - spiega in una nota Save The Children -, sarà possibile riabilitare 4 pozzi di altrettante scuole nella zona etiope del Tigray, tra quelle colpite dalla siccità che sta funestanto l’intera Etiopia e che è fonte di preoccupazione in tutto il Paese. Sono ancora moltissime le persone che nella regione del Tigray non hanno un accesso a fonti di acqua salubre e inoltre, la forte siccità che ha colpito il paese negli ultimi mesi, ha peggiorato la situazione generando una forte insicurezza alimentare”. 

“Pensare che una semplice asta online possa consentire a 2.400 bambini di poter bere a scuola è una cosa che sembra impensabile. E questo ci fornisce la misura di quanto sia importante il nostro impegno nel quotidiano e quanto ognuno di noi possa fare davvero la differenza - ha dichiarato Tiziano Ferro -. Tutto ciò agisce dentro di me come moltiplicatore d’entusiasmo a continuare e rafforzare il mio impegno affianco a Save the Children per i bambini di tutto il mondo, ma in particolare quelli che il mondo intero sembra dimenticare”.

“La maggior parte dei bambini nelle comunità colpite hanno abbandonato la scuola per raccogliere l’acqua e dare così un supporto alle loro famiglie. Tuttavia, se tutte le scuole fossero ben attrezzate potrebbero agire come salvavita per i più piccoli. A scuola i bambini potrebbero infatti accedere a cibo, acqua potabile e servizi igienico-sanitari e allo stesso tempo continuare ad imparare ed essere sensibilizzati sulle pratiche igienico sanitarie. Un sentito grazie quindi a Tiziano Ferro per il suo impegno e per aver consentito che tutto questo accadesse in 4 scuole del Tigray”, ha commentato Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento