menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico illecito di rifiuti, sequestri patrimoniali per 15 milioni di euro

L’attività investigativa ha consentito di appurare non solo l’evidente sproporzione tra i redditi dichiarati dai soggetti coinvolti e il patrimonio posseduto. Sigilli su case, terreni, fabbricati industriali, quote societarie e conti bancari

L’indagine coordinata dalla Dda di Roma e conclusa oggi tra le province di Roma e di Latina per un traffico illecito di rifiuti ha portato anche a diversi approfondimenti di carattere patrimoniale. L’attività investigativa ha consentito di appurare non solo l’evidente sproporzione tra i redditi dichiarati dai soggetti coinvolti e il patrimonio, ma ha accertato che alcuni degli indagati avevano reimpiegato nei circuiti economici legali le ricchezze illecitamente accumulate, in modo da ostacolarne il rintraccio della provenienza delittuosa. Spesso si faceva ricorso a intestazioni fittizie dei propri beni.

Nell’ambito dell’operazione è stato quini eseguito il sequestro preventivo di 9 società, 11 quote societarie, 7 fabbricati di civile abitazione, 8 fabbricati industriali, 7 locali di deposito, 37 appezzamenti di terreno, 60 tra autovetture e mezzi d’opera aziendali, nonché numerosi rapporti bancari, tutti riconducibili agli indagati e ai loro familiari e prestanome, per un valore complessivo di circa 15 milioni di euro.

A carico delle aziende “conferitrici” e dei rispettivi titolari è stata sottoposta a sequestro anche la somma complessiva di 200.000 euro circa, ritenuta profitto degli illeciti sversamenti.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento