Cronaca

Trasporti, corse soppresse e disservizi: pronto esposto alla Procura

Azione guidata dal capogruppo del Pd De Marchis contro i disagi vissuti dai pendolari. "Siamo convinti che la denuncia politica non sia sufficiente e che meritino risposte immediate"

Non si ferma la battaglia intrapresa dal capogruppo del Pd in Comune a Latina, Giorgio De Marchis, in merito ai disagi nel trasporto pubblico e in particolare alle corse soppresse. Lo stesso De Marchis ha fatto sapere che è pronto un esposto da presentare alla Procura della Repubblica.

“La situazione non migliora – commenta il consigliere e capogruppo del Pd - , sono centinaia le corse sospese ogni mese, sono migliaia i pendolari che restano in attesa per ore sotto tutte le pensiline della provincia di Latina. Una situazione inaccettabile rispetto alla quale il management del Cotral non sta dando alcun tipo di risposta, anzi restiamo basiti davanti alla scelta irrazionale di sprecare oltre 600mila euro per l’assunzione di cinque nuovi dirigenti,  invece di assumere operatori e autisti la cui carenza è alla base della soppressione delle corse”.

Da qui la battaglia guidata da De Marchis. “I comitati dei pendolari che si stanno istituendo in tutta la provincia, dopo l’evento di Sonnino, ci stanno subissando di segnalazioni circostanziate su disservizi gravi su tutte le linee del Cotral. Abbiamo deciso di realizzare un libro bianco di denuncia e di chiedere impegni concreti al candidato della Regione Lazio Nicola Zingaretti, di intervenire nei primi cento giorni del suo mandato, qualora diventasse presidente, per cambiare radicalmente il sistema di trasporto pubblico locale”.

“Tuttavia – prosegue De Marchis -, siamo convinti che la denuncia politica non sia sufficiente e che i pendolari della provincia di Latina meritino risposte immediate, per questo un gruppo di giovani avvocati sta lavorando alla preparazione di un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare ai sensi dell’articolo 340 cp il turbamento nella regolarità del servizio con riferimento a una alterazione, ancorchè temporanea, del funzionamento del servizio pubblico nel suo complesso”.

“Mi sembra che queste condizioni negative si siano ampiamente manifestate nella provincia di Latina e, come confermato da molte sentenze della Corte di Cassazione, per la configurabilità del reato, basta realizzare anche solo una discontinuità parziale e arrecare un pregiudizio effettivo della continuità del servizio pubblico. In altre parole – conclude il capogruppo - ciò che possiamo constatare quotidianamente alle fermate dei bus del territorio pontino. Verrà avviata contestualmente una campagna di sottoscrizione che accompagnerà la presentazione dell’esposto alla Procura della Repubblica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, corse soppresse e disservizi: pronto esposto alla Procura

LatinaToday è in caricamento