Cronaca

Trasporti marittimi, collegamenti con le isole sempre più a rischio

Giorgio De Marchis accende i riflettori sulla situazione dei trasporti su mare: "Le società sono al collasso; occorre rilanciare un servizio che abbia la dignità di essere chiamato tale"

Una situazione al limite del collasso che mette a rischio i collegamenti con le isole: questo in sintesi il quadro che viene dipinto dal candidato alla Regione per il Pd, Giorgio De Marchis in merito ai trasporti marittimi: “La situazione dei collegamenti con le isole pontine si fa sempre più difficile e drammatica, sia riguardo al trasporto passeggeri gestito da Laziomar sia per quello di merci speciali quali rifiuti e carburanti assicurato dalle motonavi della società di navigazione “Snip e Snap”.

È una situazione economico-commerciale che si trascina da anni con le due società che "vantano ad oggi nei confronti della Regione Lazio un credito che supera il milione di euro, maturato a causa della mancata corresponsione dei contributi previsti dal contratto d’appalto – ha spiegato De Marchis -. Il pagamento di questi contributi regionali e il saldo del debito accumulato sono urgenti e improcrastinabili se si vuole scongiurare l’interruzione del servizio di collegamento e l’inevitabile riflesso dello stop sull’ordinato svolgimento della vita delle comunità isolane”.

Giorgio De Marchis, candidato al consiglio regionale del Lazio, risponde così all’appello-denuncia lanciato dal presidente della “Snip e Snap” Antonio Romano e pubblicato sulla stampa di oggi. “La società di navigazione – afferma De Marchis - rischia il fallimento per la mancata erogazione dei fondi regionali: non ha liquidità per ripianare i debiti con i fornitori di carburante e con gli istituti di previdenza né è in grado di pagare gli stipendi ai dipendenti.

E gli istituti di credito non concedono più fidi per il mancato accredito dei contributi regionali. Si è giunti al limite del collasso tanto che la società potrebbe bloccare il servizio di trasporto già a partire da lunedì”.

Partendo da questi presupposti è necessario per De Marchis, “restituire dignità a un servizio che ha penalizzato gli abitanti delle isole pontine e ridare slancio al turismo. Con Zingaretti alla guida del Lazio perbene promuoveremo una riforma della Laziomar, con l’obiettivo di garantire la continuità territoriale con le isole ponziane attraverso collegamenti certi e frequenti. Lavoreremo per potenziare le portualità esistenti, a partire da Terracina e Gaeta, per rafforzare i trasporti marittimi, incentivare il commercio e valorizzare la vocazione turistica dell’arcipelago pontino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti marittimi, collegamenti con le isole sempre più a rischio

LatinaToday è in caricamento