Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Trasporto pubblico, troppi tagli: l’appello a Regione e Comune

A rivolgere l’appello l’ex assessore e coordinatore Ncd Di Cocco: “I problemi sotto gli occhi di tutti: pullman obsoleti, tagli alle linee, economie sempre più ristrette. Bisogna prendere delle misure contro i tagli indiscriminati”

E’ l’ex assessore e coordinatore Ncd, Gianluca di Cocco, a rivolgere il suo appello a Comune e Regione contro i tagli che stanno interessando il settore del trasporto pubblico nel capoluogo pontino.

“Nella speranza che la gara Europea possa ridare dignità al servizio di trasporto pubblico locale ed ai suoi dipendenti, mi auguro che vengano prese delle misure contro i tagli indiscriminati nella città di Latina” commenta Di Cooco in una nota dal momento che "i problemi sotto gli occhi di tutti: pullman obsoleti, tagli alle linee, economie sempre più ristrette".

“Nel corso dell'anno 2015 – entra nel dettaglio Di Cocco - sulla scorta delle richieste della Regione Lazio, gli uffici comunali di Latina hanno apportato dei tagli che hanno consentito ad oggi un risparmio chilometrico pari al 9% rispetto al dato storico del 2013. In particolare, la Regione Lazio nel 2015 ha comunicato un taglio della contribuzione al Comune di Latina per l'anno 2014 pari al 14,6%, con un corrispettivo chilometrico riconosciuto di un 1.628.000 KM/veicolo contro 1.905.000,00 Km ca. riconosciuti fino al 2013. Tale risultato è stato raggiunto in modo cadenzato dall'ufficio mobilità e trasporti, per cercare di evitare pericolosi riflessi sulla popolazione residente e sui lavoratori impegnati nel servizio pubblico.

La riduzione ha comportato alcuni disagi per cui è stato necessario in alcuni casi anche rivedere delle scelte, ad esempio per la linea E1 e per la linea Volsini. Ad oggi la Regione Lazio non ha comunicato l'esatto ammontare delle percorrenze riconosciute al nostro Ente per il 2015. Pertanto, non avendo certezze per poter raggiungere un taglio che si aggiri intorno al 14%, sarà presumibilmente necessario ridurre ancora di più alcune linee.

Mi auguro - conclude l’ex assessore - che il Commissario Barbato abbia dato seguito al ricorso contro la Regione Lazio contro questi tagli indiscriminati, azione iniziata anche dall'allora Vice Sindaco Enrico Tiero, con mandato all'avvocatura Comunale, prima della caduta di Di Giorgi. Spero, infine, che la Regione Lazio dia risposte certe alla città di Latina e che si trovi una soluzione idonea per non gravare ancora di più sull'utenza più debole, quali anziani e studenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, troppi tagli: l’appello a Regione e Comune

LatinaToday è in caricamento