Cronaca Formia

Deraglia il treno alla stazione di Formia, l’odissea dei pendolari

Giornata da dimenticare con corse soppresse e infiniti ritardi. Messo a disposizione dei viaggiatori un servizio sostitutivo con autobus

Dopo la paura i disagi. È stata davvero un’odissea quella vissuta nella giornata di ieri dai pendolari pontini e non solo. Tanti i disagi che si sono registrati durante tutto il corso della giornata a causa del treno deragliato nella notte nella stazione di Formia.

Treni soppressi, ritardi infiniti e viaggi in autobus le inaspettate sorprese per le centinaia di persone, tra cui anche studenti e lavoratori, che ieri dovevo muoversi con i treni.

Il convoglio merci è uscito fuori dai binari – fortunatamente senza feriti – intorno alle 3 e da quel momento le squadre di lavoro di Rete Ferroviaria Italiana, insieme alle forze dell'ordine, si sono messe a lavoro per cercare di ripristinare la normale circolazione e arrecare meno problemi possibili.

Ma quella di ieri è stata un’emergenza che si è comunque sommata agli eterni disagi che vengono vissuti tutti i giorni dai pendolari. Solo nel tardo pomeriggio, intorno alle 17 è stato attivato anche il secondo binario tra Formia e Fondi che ha garantito il 90% del traffico ma le difficoltà per il traffico ferroviario sono perdurate fino a sera - qualche disagio potrebbe ancora verificarsi anche nella giornata di oggi -.

Per tutta la mattina sulla linea Roma-Napoli via Formia i treni transitavano su un solo binario, con circolazione alternata tra Formia e Fondi che ha portato anche a ritardi di ore. Durante la giornata Trenitalia ha anche messo a disposizione degli autobus - che accompagnavano i passeggeri a Monte San Biagio per chi doveva andare in direzione Roma o a Minturno per chi era diretto a Napoli -,  il tutto per cercare di tamponare l’emergenza.
Intano, per accertare le cause del deragliamento Rete Ferroviaria Italiana ha già attivato un’inchiesta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deraglia il treno alla stazione di Formia, l’odissea dei pendolari

LatinaToday è in caricamento