rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Triplice omicidio: assolto Roberto Zanier, non è imputabile

Il gup Cario ha disposto una misura di sicurezza, il ricovero in un ospedale psichiatrico per dieci anni. Il 21 dicembre scorso uccise la madre, poi una donna rumena e suo figlio

Era stato già dichiarato totalmente incapace di intendere e volere al termine di una perizia psichiatrica. Oggi Roberto Zanier, 36 anni, di Latina, responsabile del triplice omicidio avvenuto il 21 dicembre scorso a Latina è stato assolto perchè dichiarato non imputabile, non era capace di intendere al momento dei fatti contestati.

Questo l'esito del processo che si è svolto questa mattina con rito abbreviato al tribunale di Latina davanti al giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Cario. Lo stesso aveva accolto la richiesta del rito alternativo. 

Con la sentenza di oggi, comunque, il giudice ha disposto una misura di sicurezza, la detenzione in un ospedale psichiatrico per dieci anni al termine del quale verrà effettuata una valutazione medica per stabilire il grado di pericolosità sociale. 

Quella mattina, in preda a un raptus di follia, aveva raggiunto l'abitazione della madre in via Rappini a Latina, uccidendola con un colpo alla testa. Poi si era recato in via Darsena dove ha ucciso una donna che viveva in affitto in un locale del padre e ferito suo figlio di 21 anni, che morì una settimana dopo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triplice omicidio: assolto Roberto Zanier, non è imputabile

LatinaToday è in caricamento