Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Rocca Massima

Nascondeva tredici chili di tritolo in giardino: arrestato 43enne di Rocca Massima

L'esplosivo era nascosto a un metro sotto terra. In manette Marco Battisti, che si trovava agli arresti domiciliari: due mesi fa era stato fermato a Latina con 60 grammi di cocaina

Tredici chili di tritolo sotterrati nel giardino di casa. Erano contenuti in un fusto di plastica: li ha scovati la squadra mobile di Latina, coordinata dal vicequestore Tommaso Niglio, con l’ausilio dell’unità cinofila di Roma: grazie a Luna, un Labrador, la polizia ha scavato a circa un metro, individuando l’esplosivo perfettamente funzionante in casa di Marco Battisti, 43 anni, una villetta in località Contrada Costabuona a Roccamassima.

“E’ stato trovato da un mio parente in zona circa venti anni fa,”, ha detto agli agenti al momento del rinvenimento, ma la polizia esclude che sia questa l’origine dell’esplosivo, considerato tra i più sicuri perché funzionante solo se innescato, anche se comunque si tratta di esplosivo di tipo guerra.

Comunque un potenziale inaudito: secondo l’artificiere ogni panetto di quella tipologia, pari a duecento grammi, ha la capacità di far esplodere un’auto senza lasciarne più nulla. La polizia ieri pomeriggio è andata a colpo sicuro a casa di Battisti: massimo riserbo sui retroscena e sui possibili sviluppi perché l’arresto di ieri “si inserisce in un contesto investigativo più ampio”, ha spiegato il capo della Mobile.

Battisti due mesi fa era stato fermato a Latina con sessanta grammi di cocaina e fino a ieri si trovava agli arresti domiciliari. Fino a quel momento era sconosciuto agli archivi delle forze dell’ordine. Gli accertamenti, coordinati dal sostituto procuratore Luigia Spinelli, sono rivolti a capire se il 43enne nascondesse l’esplosivo per conto di qualcuno e a capire con esattezza la destinazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva tredici chili di tritolo in giardino: arrestato 43enne di Rocca Massima

LatinaToday è in caricamento