rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Truffano aziende alimentari emiliane, 4 denunciati tra cui un pontino

Compravano la merce con assegni rubati, che non potevano essere riscossi. Vittime del raggiro da 200mila euro, aziende emiliane messe a dura prova dal terremoto del maggio scorso

C’è anche un pontino all’interno della banda che truffava aziende alimentari emiliane già messe a dura prova dal terremoto del maggio scorso, comprando formaggi, vini e salumi per decine di migliaia di euro e pagando con assegni rubati, che non potevano essere riscossi.

L'organizzazione è stata scoperta dalla Polizia delle Comunicazioni dell'Emilia-Romagna; denunciate 4 persone per truffa e ricettazione.

La banda, che per gli acquisti aveva costituito una società fantasma chiamata 'Food & service', ha preso di mira un caseificio del Bolognese, che aveva messo in vendita forme di parmigiano 'terremotate', truffato per 40.000 euro, un salumificio del Modenese e un'azienda di Ferrara che commercializza vini pregiati, realizzando un bottino complessivo stimato in circa 200.000 euro.

Tra i quattro denunciati  un 48enne di Latina – ma residente a Bologna -, un 77enne, pistoiese residente a Rimini, e due crotonesi di 28 e 33 anni – anche loro tutti residenti nel capoluogo emiliano -. Il più anziano, conosciuto alle cronache come 'mago della truffa al salame' per il suo lungo curriculum di imbrogli nel settore alimentare, si occupava materialmente del ritiro della merce e di consegnare gli assegni. I due calabresi erano i referenti della 'Food & service', mentre il pontino si sarebbe occupato di rivendere formaggi, vini e salumi acquistati dalle aziende truffate.

La società al centro dell'indagine aveva una sede 'virtuale' in un capannone a Ferrara, che secondo la polizia era in realtà una scatola vuota. Gli acquisti venivano formalizzati sempre di venerdì pomeriggio, in modo che il venditore non potesse verificare la solvibilità dei pagamenti fino al lunedì successivo. Gli effetti utilizzati dai truffatori erano parte di un lotto di 600 assegni circolari in bianco, rubati il 17 luglio scorso in una filiale Unicredit di Napoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffano aziende alimentari emiliane, 4 denunciati tra cui un pontino

LatinaToday è in caricamento