Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Aprilia / Via Stazione

Incassava rimborsi illegittimi, ex dipendente di Trenitalia a processo

Rinviato a giudizio un 56enne campano che lavorava presso la stazione ferroviaria di Aprilia: si appropriò di 5.700 euro approfittando di bonus su biglietti non emessi, è accusato di peculato

Sarà processato l’ex dipendente di Trenitalia che intascò circa 5.700 euro con una truffa messa a punto ai danni di ignari utenti. Per diversi mesi nel 2007 l’uomo, che lavorava presso la biglietteria della stazione di Aprilia, incassò infatti i rimborsi per biglietti mai emessi. Ora, al termine dell’udienza preliminare, è stato rinviato a giudizio: il processo inizierà il prossimo 26 aprile. E Trenitalia si è costituita parte civile.

La truffa fu scoperta dagli agenti della polizia ferroviaria, che appurarono come l’uomo, un 56enne originario di Avellino ma residente ad Aprilia, avesse messo in piedi un meccanismo in grado di monetizzare i bonus delle ferrovie dello Stato relativi a rimborsi di titoli di viaggio. I biglietti dimenticati nei distributori automatici, che spesso venivano addirittura manomessi impedendone l’emissione, venivano recuperati dal dipendente disonesto, che ne approfittava per riscuotere il rimborso.

La truffa sarebbe andata avanti dal giugno al settembre 2007. Ieri presso il tribunale di Latina si è conclusa l’udienza preliminare con il rinvio a giudizio dell’uomo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassava rimborsi illegittimi, ex dipendente di Trenitalia a processo

LatinaToday è in caricamento