Cronaca

Editoria, truffa con i contributi: condannato Giuseppe Ciarrapico

L'ex editore del quotidiano Latina Oggi condannato a tre anni per aver truffato la presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per l'editoria, ottenendo fino al 2010, senza averne diritto, contributi per circa 20 milioni euro

Tre anni di reclusione per truffa a Giuseppe Ciarrapico, ex senatore ed ex editore del quotidiano Latina Oggi.

Questa la sentenza emessa dal giudice monocratico del tribunale di Roma, Roberto Ranazzi nei confronti di Ciarrapico accusato di aver truffato la presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per l'editoria, ottenendo fino al 2010, senza averne diritto, contributi per circa 20 milioni euro in quanto proprietario della società 'Nuova Editoriale Oggi' e della 'Editoriale Ciociaria oggi'.

Il tribunale ha fatto invece cadere le accuse nei confronti del figlio Tullio che la Procura aveva coinvolto nella vicenda "quale soggetto di riferimento nella gestione e nell'organizzazione dell'attività editoriale nonchè titolare di specifiche competenze connesse all'impiego delle risorse finanziarie che derivavano dai contributi pubblici”.

Assolte anche le due segretarie del gruppo, Stefania Mastrantonio e Cristina Tirabassi che rispondevano di favoreggiamento reale per aver aiutato i due Ciarrapico a "eludere le investigazioni" dell'autorità giudiziaria.

Un anno e sette mesi di reclusione, infine, per Giovanni De Sanctis accusato, assieme a Giuseppe Ciarrapico, di aver evaso le imposte indicando nelle dichiarazioni annuali del 2004 e del 2006 "elementi passivi fittizi avvalendosi di documenti per operazioni inesistenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Editoria, truffa con i contributi: condannato Giuseppe Ciarrapico

LatinaToday è in caricamento