L'auto per disabili non consegnata e l'aggressione al truffatore finiscono a Striscia la Notizia

Botte davanti alle telecamere nel piazzale della stazione ferroviaria di Latina scalo

Voleva denunciare la truffa che aveva subìto da un venditore di auto per disabili con il supporto di Striscia la Notizia ma alla fine non ce l’ha fatta ed ha picchiato il truffatore, ripreso dalle telecamere di Canale 5 davanti alla stazione ferroviaria di Latina Scalo.

Pasquale, questo il nome del protagonista, ha raccontato a Jimmy Ghione la sua vicenda: l’acquisto di una vettura per il figlio disabile e la consegna di un mezzo usato del valore decisamente inferiore a quello versato dall’acquirente. Un comportamento che già altri avevano denunciato bocciando come inaffidabile il sito attraverso il quale venivano venduti  i mezzi di trasporto per disabili.  

Alla chiusura del servizio, registrato appunto all’interno del bar della stazione di Latina Scalo, la vittima del raggiro ha atteso che le telecamere si spegnessero per raggiungere il venditore che si stava allontanando a bordo di uno scooter  e lo ha aggredito fisicamente. Gli operatori di Striscia hanno riacceso le telecamere e ripreso compreso l’intervento di un altro uomo giunto in soccorso di Pasquale che ha preso a schiaffeggiare il truffatore e lo ha insultato senza remore. (Qui è possibile vedere il filmato)

Nel frattempo, il protagonista preso da un attacco di rabbia  si è scagliato contro il truffatore, lo ha buttato a terra e  colpito con schiaffi e pugni. E’ stato evitato il peggio solo grazie all’intervento di un paio di persone che hanno allontanato l’aggressore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

Torna su
LatinaToday è in caricamento