Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Truffe per un posto di lavoro, arresto convalidato: altre 5 denunce

Giudicato con il rito direttissimo il 64enne di Cisterna che prometteva lavoro in un agenzia di sicurezza; raccolte altre denunce che hanno fatto luce sul raggiro ai danni di giovani ragazzi

Il giudice ha convalidato l’arresto. Questa mattina è stato processato con il rito direttissimo il 64enne di Cisterna che ieri era finito in manette con le accuse di truffa e millantato credito. Nella seduta di questa mattina che si è tenuta presso il tribunale di Latina, il giudice ha convalidato l’arresto, disposto per l’uomo la misura cautelare dell’ obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e rinviato il processo al 15 giugno.

Intanto proseguono le indagini sui raggiri messi in piedi dal truffatore ai danni di alcuni giovani ai quali, spacciandosi per titolare di un agenzia di vigilanza con referenze presso vari Ministeri e mostrando loro copie di lettere di referenza abilmente falsificate, aveva promesso un posto di lavoro a tempo indeterminato.

Presso gli uffici della Questura di Latina sono state infatti raccolte altre 5 nuove denunce presentate da giovani avvicinati nei mesi scorsi dal truffatore, al quale, dietro la promessa di un posto di lavoro quale agente di sicurezza presso Ambasciate all’estero, avevano consegnato somme di denaro variabili tra i 500 e i 1000 Euro.

Dal racconto delle vittime sono emersi nuovi particolari sulla condotta del 64enne il quale, al fine di convincere i giovani a rilasciargli altre somme di denaro, faceva loro credere che servivano per pagare funzionari pubblici del Tribunale o della Prefettura, addetti al rilascio di certificazioni necessarie per l’attività di agenti di vigilanza.

Ulteriori indagini sono in corso al fine di individuare il giro di affari dell’uomo ed eventuali suoi complici utilizzati per avvicinare i giovani alla ricerca di un posto di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe per un posto di lavoro, arresto convalidato: altre 5 denunce

LatinaToday è in caricamento