Cronaca Terracina

Truffa da 2 milioni di euro, nei guai due fratelli commercialisti

Notificati ai due fratelli di Terracina e ad un messo di Equitalia gli avvisi di conclusione di indagini durate all'incirca un paio d'anni. Una cinquantina le vittime dei truffatori

Una truffa da circa 2 milioni di euro quella messa in piedi da due fratelli commercialisti e scoperta dalla guardia di finanza di Terracina. Un’attività quella dei militari durata circa due anni e giunta ora al termine con la notifica ai due fratelli commercialisti e al messo di Equitalia degli avvisi di conclusione di indagini coordinate dal pm Giuseppe Miliano.

Falso, truffa, ricettazione e appropriazione indebita, nonché associazione per delinquere con le aggravanti di aver cagionato un danno di rilevante entità commettendo il reato con abuso di prestazione d’opera: queste le accuse nei confronti dei truffatori che hanno sottratto all’erario quasi due milioni di euro tra il 2010 e il 2014.

Secondo quanto accertato dalle fiamme gialle, l’Iva e i contributi Inps, invece di essere versate nelle casse dello Stato, venivano fatte confluire direttamente nei conti correnti dei “professionisti” incaricati dei versamenti. Un comportamento che si è ripetuto nel tempo a danno di contribuenti, alcuni dei quali, hanno scoperto proprio dai finanzieri che le loro dazioni di denaro contante corrisposte ai commercialisti non venivano versate all’erario.

“In tali circostanze - spiegano dalla guardia di finanza - per rassicurare i loro clienti, i commercialisti, necessitavano della complicità di impiegato (in pensione dal 2008), di Equitalia spa che, avuta nella sua disponibilità la cartella esattoriale da notificare al contribuente per il pignoramento dei beni, la consegnava allo stesso studio professionale in modo da lasciare il cliente all’oscuro di ciò che stava accadendo”.

Sarebbero una cinquantina tra persone fisiche, ditte individuali e società a responsabilità limitata i contribuenti gestiti in questo modo dai citati professionisti.
Anche la trasmissione televisiva “Le Iene” ha raccontato nel 2013 con le sue telecamere le storie di alcune famiglie di artigiani rovinate per effetto della condotta illecita dei commercialisti di Terracina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa da 2 milioni di euro, nei guai due fratelli commercialisti

LatinaToday è in caricamento