Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Pappa reale cinese spacciata e venduta come italiana, denunciato

Operazione della Forestale di Ancona in collaborazione con i colleghi di Latina e Milano. Sequestrati diversi confezioni e campioni. Nei guai un 31enne di Latina denunciato per frode in commercio

È stato denunciato a piede libero per il reato di frode in commercio. Si tratta di un 31enne di Latina: l’uomo avrebbe venduto online pappa reale cinese spacciandola per italiana.

A scoprire la truffa gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Ancona, a lavoro in collaborazione con i colleghi dei Nuclei Investigativi Provinciali di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Latina e Milano, dopo la denuncia di un'associazione di categoria.

Durante l’operazione sono state sequestrate numerose confezioni di pappa reale ("Royal Jelly" la denominazione internazionale) provenienti dalla Cina, pronte per essere immesse sul mercato "on line" come prodotto italiano.

Secondo quanto emerso, il 31enne avrebbe acquistato il prodotto cinese all'ingrosso da un'impresa commerciale perugina, con artifici e raggiri, anche mediante falsificazione dei certificati di analisi, e poi lo avrebbe proposto alla vendita in pacchi da un chilogrammo o in boccette da 10 grammi, come italiano e di propria produzione. Le analisi effettuate dai laboratori dell'Agenzia per i Servizi nel Settore Agroalimentare delle Marche - ASSAM di Jesi (AN) sui campioni sequestrati hanno invece confermato l'origine cinese del prodotto.

Non solo, ma avrebbe anche proposto l'acquisto ad altri apicoltori a prezzi notevolmente superiori a quelli correnti per la merce cinese, vantando una pregiata produzione locale. Tutto questo in assenza delle prescritte autorizzazioni sanitarie e falsando la tracciabilità dell'alimento, addirittura con lotti di produzione inventati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pappa reale cinese spacciata e venduta come italiana, denunciato

LatinaToday è in caricamento