Cronaca

Truffa: false pensioni per l’amianto, indagati due avvocati di Latina

L'indagine della Procura di Bolzano su un giro di false certificazioni utili per il rilascio di integrazioni di pensione per esposizione da amianto. Nell'indagine sono finiti anche due avvocati pontini

False certificazioni utili al rilascio di integrazioni di pensione per esposizione da amianto: una truffa su cui sta indagando la Procura di Bolzano e che vedrebbe coinvolti tre avvocati – due di Latina – e un sindacalista.

L’indiscrezione questa mattina sulle colonne de Il Messaggero. Secondo quanto emerso fino a questo momento l’ammontare della truffa non è ancora quantificabile: molte le persone che sarebbero coinvolte e migliaia le pratiche di pensioni irregolari che sarebbero state scoperte tra Latina, Velletri, Bolzano, Venezia e Bassano Del Grappa.

Come si legge sull’edizione locale del quotidiano, sulla truffa aveva già indagato la Procura di Latina che aveva puntato l'attenzione sulle false attestazioni e sulla posizione dei due avvocati pontini; di seguito poi, l’Inps altoatesina avrebbe scoperto il gran numero di pratiche legate all’esposizione all’amianto e da lì sono iniziate gli accertamenti.

Per i quattro l’accusa è associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Nella mattinata di ieri i carabinieri hanno perquisito anche lo studio di un noto avvocato di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa: false pensioni per l’amianto, indagati due avvocati di Latina

LatinaToday è in caricamento