rotate-mobile
Cronaca

Truffa per ottenere i fondi Ue, scarcerati i tre imprenditori pontini

Accolta l'istanza di scarcerazione dal gipo del tribunale di Velletri: i tre fratelli imprendotori di Latina erano stati arrestati dalla guardia di finanza di Catanzaro il 9 ottobre scorso

Sono stati scarcerati i tre fratelli imprenditori di Latina, titolari dell’azienda Ilsap, arrestati nelle scorse settimane perché ritenuti coinvolti a vario titolo nell’esecuzione di un’articolata truffa ai danni dello stato e dell’Unione Europea per il percepimento di contributi pubblici

Il blitz della guardia di finanza di Catanzaro lo scorso 9 ottobre quando i tre fratelli finirono in manette con le accuse di truffa all’Ue e allo Stato, falsità ideologiche e abuso.

Al termine dell’interrogatorio, durante il quale i tre imprenditori hanno chiarito la loro posizione, il gip del tribunale di Velletri ha accolto l’istanza di scarcerazione rimettendoli in libertà.

I tre imprenditori erano stati arrestati in quanto la loro società, beneficiaria dei contributi statali, si sarebbe dovuta impegnare nella realizzazione di un articolato progetto di natura scientifica per lo studio, la sperimentazione, lo sviluppo e la produzione di un innovativo carburante “bioavio” per l’aeronautica civile e per gli impianti di produzione di energia alimentati da turbine a gas.

Nell’ambito dell’operazione della finanza erano stati sequestrati anche beni per un valore di undici milioni di euro - a tanto ammontava, infatti, il contributo pubblico di cui la società era destinataria -.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa per ottenere i fondi Ue, scarcerati i tre imprenditori pontini

LatinaToday è in caricamento