Truffa sul web per la vendita di una console, denunciato un 42enne

Il truffatore, un uomo della provincia di Taranto, dietro la falsa promessa di cedere una "console" per videogiochi, si è fatto accreditare il denaro su carta di credito prepagata

Un uomo di 42 anni della provincia di Taranto è stato denunciato dai carabinieri di Priverno per una truffa messa in piedi sul web. Secondo quanto accertato dai militari, infatti, il 42enne attraverso artifici e raggiri e dietro la falsa promessa di cedere una “console” per videogiochi, era riuscito a farsi accreditare dalla vittima del suo raggito su carta di credito prepagata la somma di 155 euro. A lui i carabinieri sono arrivati al termine di una specifica attività investigativa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento