Truffe agli anziani, campagna informativa della Prefettura: i consigli utili

Riunione questa mattina in Prefettura per promuovere una mirata campagna informativa affinchè i soggetti più vulnerabili possano essere posti in condizione di riconoscere e prevenire eventuali situazioni di rischio

Campagna informativa della Prefettura per tutelare gli anziani, spesso vittime dell’azione di abili truffatori.

Si è tenuta questa mattina negli ufficio di piazza della Libertà una riunione presieduta dal prefetto Pierluigi Faloni proprio sul fenomeno delle truffe agli anziani, a cui hanno reso parte oltre ai vertici provinciali delle forze di polizia, anche il vescovo di Latina, il Comune di Latina, i presidenti degli ordini professionali, delle confederazioni datoriali e dei consumatori, le organizzazioni sindacali, il direttore di Poste Italiane.

“Il fenomeno delle truffe agli anziani - commentano dalla Prefettura - rappresenta, infatti, una problematica di particolare rilievo soprattutto durante il periodo estivo, quando, in concomitanza con il periodo feriale, la rete familiare è meno presente”.

Da qui la campagna informativa della Prefettura volta a fornire strumenti di conoscenza, suggerimenti, consigli, indicazioni, affinchè i soggetti più vulnerabili, gli anziani appunto, possano essere posti in condizione di riconoscere e prevenire eventuali situazioni di rischio. Presentato anche un elenco di indicazioni concrete sui comportamenti da seguire nelle situazioni di rischio frequentemente messe in atto dai truffatori.

Ecco i consigli utili: 
1. Non aprire mai la porta di casa a persone che non conosci, anche se indossano divise o tute da lavoro e mostrano tesserini o distintivi; 2. Non tenere in casa somme di denaro oltre allo stretto indispensabile e non mostrare a nessuno soldi o preziosi; 3. Non ritirare pacchi che non hai ordinato: fatti lasciare un avviso scritto per provvedere poi al ritiro; 4. Se ti propongono un affare, anche telefonicamente, prima di accettare parlane con una persona di tua fiducia. Non firmare nulla che non ti sia chiaro; 5. Diffida di chi chiede offerte per parrocchie e associazioni a scopo benefico: se hai dei dubbi consultati subito con un familiare o chiama le Forze di Polizia; 6. Non far entrare in casa persone che propongono abbonamenti a giornali, riviste o l’iscrizione ad associazioni: se hai dei dubbi contatta le Forze di Polizia; 7. Ricorda che nessun Ufficio pubblico o società (ENEL, ENI, TELECOM, ASL, Poste, ecc.) invia propri incaricati per la verifica di banconote, impianti, bollette, libretti bancari o per riscuotere o rimborsare somme di denaro; 
8. Se devi lasciare la casa incustodita avverti i parenti o una persona di fiducia; 9. Munisci la porta di casa di spioncino e di catenella di sicurezza 10. All’uscita dalla banca o dall’Ufficio postale non distrarti, non fermarti con sconosciuti, cammina sul lato più sicuro del marciapiedi, che è quello più lontano dalla strada; 
11. Se qualcuno che non conosci ti chiede un’informazione con insistenza o cerca di conquistare la tua fiducia o ti chiede di cambiargli dei soldi TIRA DRITTO PER LA TUA STRADA. SE INSISTE CHIEDI AIUTO ENTRANDO IN UN NEGOZIO, IN UN UFFICIO E CHIAMA LE FORZE DI POLIZIA. 

truffe_anziani_prefettura-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento