Acquisti sul web, scoperti e denunciati due esperti delle truffe on line

Le indagini del commissariato di Formia hanno consentito di rintracciare due ragazzi di Marcianise, dopo la denuncia di un uomo di Santi Cosma e Damiano che aveva acquistato un cellulare su un sito perdendo i suoi soldi

Aveva deciso di acquistare on line un cellulare attraverso il sito Subito.it, attratto dal costo piuttosto basso, ma quella vendita si è rivelata una truffa per la quale due persone sono state denunciate.

Contrattato il prezzo e definite le modalità di pagamento e consegna attraverso un contatto diretto con il venditore, l’ignaro acquirente si è affrettato a pagare la merce con una ricarica di Postepay. Ma il telefono non lo ha mai ricevuto. Ottenuto il pagamento infatti, il venditore è sparito nel nulla.

La vittima della truffa, un uomo di 33 anni residente a Santi Cosma e Damiano, ha quindi deciso di sporgere denuncia al Commissariato di polizia di Formia. L’episodio risale allo scorso luglio e le indagini successive hanno consentito alla polizia di ricostruire la vicenda, anche attraverso il sito di e-commerce e il supporto fornito dalle banche dati del sistema informatico interforze Ced.

I dati raccolti sono stati poi incrociati con quelli estrapolati dagli account di posta elettronica dell’intestatario della carta Postepay e hanno consentito agli investigatori di individuare e denunciare due ragazzi di 26 anni, entrambi di Marcianise, con numerosi precedenti specifici a carico, che si dedicavano ad organizzare truffe on line ai danni di ignari utenti del web.

Ulteriori indagini sono tuttora in corso per accertare l’eventuale partecipazione dei due uomini ad altre truffe denunciate nei mesi scorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Arma dei Carabinieri, 28 Marescialli della provincia promossi al grado di Luogotenente

Torna su
LatinaToday è in caricamento