Tumore al seno: la Asl pontina presenta il primo percorso assistenziale

Con 350 casi diagnosticati ogni anno è la neoplasia più frequente nelle donne anche nella provincia di Latina e rappresenta il 27% di tutti i tumori maligni. Nel 2016 lo screening ha consentito così di scoprire 86 lesioni benigne e 138 maligne

Con circa 350 casi diagnosticati ogni anno il tumore della mammella è la neoplasia più frequente nelle donne anche nella provincia di Latina  e rappresenta il 27% di tutti i tumori maligni. Malgrado importanti progressi scientifici abbiano contribuito al miglioramento delle possibilità di guarigione e della qualità di vita, questa neoplasia rimane ad elevato impatto socio sanitario. La complessità del percorso di diagnosi e cura del tumore della mammella rende quindi necessario un approccio multidisciplinare e il coinvolgimento di più strutture per prevenire il rischio di una frammentazione dell'iter assistenziale.

La definizione di un PDTA ( Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale) rappresenta il perno su cui ruotano tutti gli interventi, il cui coordinamento resta fondamentale per la reale presa in carico della donna durante tutta la sua malattia. La realizzazione del percorso, illustrato oggi dal commissario straordinario della Asl di Latina Giorgio Casati, che inaugura una nuova metodologia per la Asl pontina, parte quindi proprio dal tumore al seno e prevede una particolare attenzione verso l’umanizzazione delle cure e la comunicazione tra medico e paziente.

Un ruolo fondamentale viene poi attribuito al medico di Medicina Generale che rappresenta un punto di riferimento per la donna e un elemento di raccordo con i professionisti dell’Unità Clinica Multidisciplinare e i servizi territoriali, dalla diagnosi precoce al trattamento della malattia. Determinate è inoltre la definizione di un sistema di valutazione che permette di verificare l'efficacia del percorso.

I DATI DELLA PREVENZIONE. Un discorso a parte merita poi il tema della prevenzione, attraverso il capillare screening proposto dalla Asl pontina, prima tappa del PDTA.  Nel solo anno 2016 il programma di screening mammografico ha invitato oltre 38mila donne tra i 50 e i 69 anni della provincia pontina ed eseguito 19.331 mammografie, pari a circa il 50%. Su questi esami effettuati, sono stati poi eseguiti circa 1.200 approfondimenti diagnostici per mammografie sospette e ulteriori 238 esami bioptici. Nel 2016 lo screening ha consentito così di scoprire 86 lesioni benigne e 138 maligne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus, contagi in risalita: 180 casi e ancora quattro decessi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento