Cronaca Goretti / Via Lepanto, 2

Usura, 20% delle famiglie pontine a rischio: convegno alla Cena-Corradini

Il presidente del Consiglio regionale Abbruzzese ha illustrato il fenomeno nella provincia di Latina durante la terza tappa nella scuola di via Lepanto del progetto "Essere italiani"

Si è tenuta questa mattina presso la scuola media Cena-Corradini di Latina la terza delle sei tappe del progetto regionale, giunto alla sua seconda edizione, “Essere italiani”.

Gli incontri, in programma in sei istituti del Lazio, quest’anno sono incentrati in particolar modo sul tema della legalità e dell’usura, molto sentito in tutta la realtà regionale con la chiusura di 28 mila esercizi artigianali e commerciali e la perdita di 24 mila posti di lavoro.

All’appuntamento di oggi nella struttura di via Lepanto erano presenti oltre al presidente del Consiglio regionale Abbruzzese, il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi, l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Latina Marilena Sovrani, il referente regionale per il Lazio dell'associazione 'Libera' Antonio Turri ed il dirigente scolastico dell'istituto Emilia Carotenuto.

La seduta è stata incentrata sull'intervento del presidente Abbruzzese che ha messo in luce, dati alla mano, la drammatica situazione della provincia pontina in tema di legalità e di usura.

"La Presidenza del consiglio regionale affronta ogni anno temi sociali importanti, portandoli nelle scuole - ha spiegato Abbruzzese -. Quest'anno abbiamo scelto la sicurezza, con un'attenzione particolare al tema dell'usura. Un argomento questo particolarmente sentito nella provincia pontina che si colloca al livello nazionale tra le prime per esposizione debitoria dei propri abitanti e al livello regionale come una delle più colpite dal fenomeno dell'usura".

"Secondo l'ultimo rapporto Eurispes infatti l'indice del rischio usura connesso alle attività imprenditoriali è pari al 54%, mentre dai dati forniti da Sos Impresa emerge che circa il 20% delle famiglie è a rischio sovraindebitamento”.

Secondo il Ministero dell'Interno si registra un controllo del territorio così ripartito: nella zona di Aprilia operano soggetti legati alla criminalità romana, nel sud invece spadroneggiano personaggi legati alla camorra casertana e napoletana.

Ma, a fronte di un rischio usura che cresce nel territorio pontino, sono ancora poche le denunce presentate dalle vittime; circa 30 in cinque anni, a dimostrazione della difficoltà di chi cade nella trappola dell’usura a chiedere aiuto.“Mi auguro che le nuove generazioni possono affrontare il tema con una sensibilita' nuova, facendosi promotrici di un'idea di legalita' attiva, che contribuisca a combattere anche culturalmente un fenomeno malavitoso che incide cosi' profondamente e dolorosamente sulla produzione regionale” ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale.

Dopo l'intervento di Abruzzese gli alunni dell'istituto hanno presentato i propri lavori e a seguire l'associazione "Il palco e la cornice" ha messo in scena la rappresentazione teatrale "La mano sulla spalla", che racconta la vera storia di Antonio Anile, imprenditore calabrese usurato e taglieggiato dalla 'ndrangheta. In occasione dell'evento e' stato distribuito ai ragazzi l'opuscolo "Dalla parte giusta - la legalità, le mafie e noi" realizzato, con il patrocinio del Consiglio regionale, dalla casa editrice Giunti in collaborazione con Libera, associazione attiva ormai da anni sul territorio regionale nel contrasto alla criminalità organizzata attraverso la gestione e l'utilizzo con finalita' sociali dei beni sequestrati alla malavita. La pubblicazione contiene le introduzioni del presidente di Libera Don Luigi Ciotti e del presidente del Consiglio regionale Mario Abbruzzese.

L’INTERVENTO DEL SINDACO DI GIORGI - “Ringrazio la Regione, e in particolare il presidente Mario Abbruzzese, per aver portato all’attenzione dei giovani un tema così delicato e di grande attualità, come l’usura e, più in generale, la cultura della legalità, all’interno delle scuole – ha detto il sindaco Giovanni Di Giorgi –. Queste tematiche legate alla sicurezza sono al centro della nostra attenzione come amministrazione e rinnovo il mio impegno e quello dell’ente comunale nel promuovere iniziative che vanno in questa direzione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura, 20% delle famiglie pontine a rischio: convegno alla Cena-Corradini

LatinaToday è in caricamento