Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Usura ed estorsione a un imprenditore, tre in manette a Cisterna

Tre arresti sono scattati questa sera, a seguito di un'indagine condotta dalla Guardia di finanza del comando provinciale di Latina a carico di tre usurai responsabili di aver estorto la somma di 165mila euro a fronte di un prestito di 32mila

Erano riusciti ad estorcere a un imprenditore la somma di 165mila euro, insieme a un Rolex, a fronte di un prestito di 32mila euro. Tre persone sono finite in manette, due in carcere e una ai domiciliari, questa sera a Cisterna nel corso di un’operazione condotta dal comando provinciale della Guardia di Finanza. I reati contestati sono usura ed estorsione.

La vittima è un imprenditore di Velletri. Approfittando delle difficoltà finanziarie che l’uomo stava attraversando i tre si erano offerti di concedergli un prestito ma a un tasso di interesse che superava il 90%. In due anni erano così riusciti a farsi consegnare la somma accertata dai finanzieri.

I tre usurai utilizzavano metodi intimidatori ma si mostravano comunque disponibili ad elargire nuove somme di denaro, con interessi però sempre crescenti nel caso di pagamenti ritardati.  Questa sera sono scattate le perquisizioni domiciliari nelle loro abitazioni di Cisterna, dopo un’indagine condotta attraverso pedinamenti, appostamenti e intercettazioni telefoniche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura ed estorsione a un imprenditore, tre in manette a Cisterna

LatinaToday è in caricamento