Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Fondi

Giovani vandali scatenati a Fondi, grazie alle telecamere identificati 10 minorenni

Hanno tutti un'età compresa tra i 14 e i 16 anni. I genitori dovranno pagare i danni e risarcire il Comune

Sono 10 i minorenni identificati quali autori di una serie di incursioni vandaliche che negli ultimi mesi hanno interessato la città di Fondi. Hanno tutti un’età compresa tra i 14 e i 16 anni e ora i loro genitori dovranno pagare i danni. 

A identificarli gli agenti della polizia locale grazie anche alle nuove telecamere di videosorveglianza installate in diversi punti della città. I ragazzi, con le loro famiglie son stati ora convocati negli uffici del comando di via Occorsio. I genitori dei responsabili non avranno ripercussioni penali ma dovranno risarcire l’Ente che, tra raid all’interno del parcheggio interrato, effrazioni e incursioni vandaliche con bombolette spray all’anfiteatro, ha dovuto sostenere spese per diverse migliaia di euro.

“Nella rosa degli identificati ci sono diversi giovani del posto che si sono divertiti a spese della collettività - spiega l’amministrazione in una nota -, alcuni stranieri e un paio di ragazzi provenienti dai Lepini che hanno deciso di marinare la scuola e ammazzare il tempo con azioni vandaliche a Fondi. Oltre al famigerato episodio di inizio anno in piazza De Gasperi, quando alcuni ragazzi si sbizzarrirono con una bomboletta spray costringendo all’indomani il Comune a cancellare i versi del poeta Libero De Libero, le indagini hanno riguardato altri due episodi all’interno del parcheggio interrato”.

“Abbiamo avvisato la cittadinanza della presenza delle telecamere più e più volte - ha commentato amareggiato il sindaco di Fondi, Beniamino Maschietto – oltre a moniti verbali ai ragazzi che frequentano piazza Municipio e a diversi comunicati stampa, abbiamo anche affisso l’apposita cartellonistica. Evidentemente il messaggio lanciato non è servito come deterrente. Adesso è giusto che chi ha sbagliato paghi”.

A sostenere le spese di ripristino dei luoghi saranno quindi i genitori dei 10 ragazzi interessati. “Un sentito ringraziamento al comandante Giuseppe Acquaro e ai suoi uomini che, visionando più e più volte i filmati, sono riusciti a isolare elementi preziosi ai fini investigativi individuando i responsabili. L’auspicio - ha poi concluso il primo cittadino - è che quanto accaduto serva da lezione e che le incursioni vandaliche abbiano finalmente fine”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani vandali scatenati a Fondi, grazie alle telecamere identificati 10 minorenni
LatinaToday è in caricamento